Una veste grafica nuova e una chiave di lettura maggiormente accessibile per raggiungere un pubblico sempre più vasto e allargare la piattaforma dei visitatori, virtuali e reali.

Sono queste le caratteristiche del nuovo sito web del Parco delle Madonie (www.parcodellemadonie.it) presentato a Petralia Sottana presso gli spazi di Palazzo Pucci Martinez, sede dell’Ente, alla presenza del commissario straordinario Salvatore Caltagirone.

Look e contenuti rinnovati, dunque, per uno strumento di fondamentale importanza nella conoscenza e nella fruizione del territorio: una vetrina virtuale sul Parco concepita soprattutto per agevolare gli appassionati della montagna e delle vacanze nei piccoli borghi.

Il sito prevede nuove sezioni dedicate al Geopark, al volontariato, all’arte, alla cultura e alla tradizione: sullo sfondo un virtual tour che esalta la bellezza naturale e l’ecosistema dei luoghi attraverso una sequenza di immagini suggestive che motivano e coinvolgono ulteriormente l’utente visitatore.

«Nella qualità di commissario straordinario – ha dichiarato  Salvatore Caltagirone durante la presentazione del sito – ho immediatamente avvertito l’esigenza di rinnovare e rendere accessibile a tutti il sito web di questo Ente, per condividere sin da subito il percorso che mi avrebbe visto coinvolto».

«Ritengo – ha aggiunto – che il nuovo strumento possa raggiungere un pubblico più numeroso, sempre più interessato a organizzare le proprie vacanze all’insegna dello svago e del divertimento nella natura e a scoprire le bellezze architettoniche che caratterizzano i Comuni delle Madonie».

Tra gli elementi più qualificanti del sito, la dimensione inclusiva a beneficio dei portatori di handicap.

«Per l’Ente Parco – ha concluso – è fondamentale garantire il principio di accessibilità anche attraverso un sistema informatico che permetta di erogare servizi e fornire informazioni fruibili senza discriminazioni, con particolare attenzione rivolta a coloro che necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari : questo servizio di pubblica utilità, rivolto alle persone disabili, è sinonimo di ottemperanza al principio di uguaglianza sancito dalla Costituzione e sarà compito di questo Ente assicurare la migliore soddisfazione degli utenti per i servizi offerti».