“La parte buona che non ci sarà tolta”. È il tema scelto dal vescovo Giuseppe Marciante per il nuovo anno pastorale dell Diocesi di Cefalù, che sarà inaugurato il prossimo sabato, 5 ottobre, in Cattedrale.
Un invito a capire cosa è davvero necessario, seguendo l’esempio di Giuseppe di Nàzaret, considerato come “uomo dell’essenziale”.

Il pomeriggio di sabato prevede diverse iniziative incentrate sulla missione e sulla carità, e terminerà con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Marciante, che darà il mandato agli operatori pastorali che durante tutto l’anno saranno impegnati nel servizio nelle proprie comunità parrocchiali.

In Cattedrale sarà inaugurata la mostra missionaria “Io sono sempre una missione”, a cura del Servizio Pastorale Missionario Cooperazione tra le Chiese e Migrantes, che accoglie venti opere di diversi artisti della Diocesi e non solo, allestita nel mese straordinario missionario indetto da Papa Francesco.

Subito dopo il vescovo presenterà la lettera pastorale con le linee guida e gli spunti di riflessione per il nuovo anno pastorale.

Durante il pomeriggio, il Servizio pastorale Salute della Diocesi di Cefalù presenterà, inoltre, il corso sulla sensibilizzazione e la prevenzione delle dipendenze da alcol e gioco, che si svolgerà a Cefalù dal 14 al 19 ottobre.