L’anima creativa del paesi viaggiatori, un lavoro compositivo sensibile e viscerale, a contatto con gli elementi della natura. Ideata da Giovanni Mattaliano, l’Opera Ethno Clarinet è una produzione artistica dedicata al magico suono del clarinetto e al popolo mediterraneo.

La prima assoluta si terrà domenica 5 maggio a Palermo, dove  verrà presentata alle 18:00 presso gli spazi  del  Real Teatro Santa Cecilia.

Ad accompagnare Mattaliano in questa avventura artistica dedicata a otto paesi d’arte della Sicilia di origini arabe, i clarinettisti Giuseppe Testa, Giuseppe Crapisi, Nunzio Ortolano, Vincenzo Correnti (l’unico non siciliano, è infatti originario di Camerino) Gianpiero Risico, Ninni Pedone e Nino Scorsone.
Otto nuove composizioni per ensemble di clarinetti con percussioni etniche eseguite da un collettivo di trenta clarinettisti del Mediterranean Soloist Clarinets e del Calamus Ensemble e dai percussionisti Giuseppe Mazzamuto, Sergio Calì, Vito Amato, affiancati dalla voce di Patri Franco sui testi di Francesca Amato.
«Da anni – commenta Giovanni Mattaliano –  pensavo di dedicare un’ opera strumentale all’anima etnica dei miei clarinetti e della mia meravigliosa terra posta al centro del Mediterraneo».

«Ho identificato – continua – otto paesi diversi tra loro tra i trecentonovanta che compongono la Sicilia: non è stato facile perché tutta l’isola ha più o meno origini arabe, normanne, sefardite».

I territori ai quali l’opera è dedicata sono Mazara del Vallo, Marsala, Sciacca, Sambuca di Sicilia, Cefalù, Alcamo, Siculiana e Modica.

«L’ho voluta condividere con alcuni tra i più sensibili compositori clarinettisti siciliani – conclude Mattaliano – in occasione dell’inaugurazione della III° edizione del Clarinet Sicily Festival 2019, anno della pace e della condivisione tra i popoli etnici».

L’evento è prodotto e patrocinato dai Compositori Italiani Clarinettisti (#italianclarinetistscomposers), dal Mediterranean Soloist Clarinet, dal Calamus Ensemble e dall’associazione Radici di Sole, da Buffet Crampon di Parigi, dall’Accademia Italiana del Clarinetto, dalla banda musicale Santa Cecilia di Cefalù, da Radio Ros Brera e dal Brass Group di Palermo.
Il costo del biglietto è di dieci euro.