Il tema del luogo del cuore declinato attraverso la sensibilità di trentadue artisti, tra pittori e fotografi, protagonisti di una mostra che sarà inaugurata a Palermo il 18 maggio alle 17:00 presso gli spazi dell’Università Popolare in via Parrini 14 a.

“I luoghi del cuore”, questo il titolo dell’esposizione che vede quale direttrice artistica la professoressa Graziella Bellone,  propone una riflessione sulla nozione di luogo, traduzione italiana della parola di origine latina locus il cui significato primario è , appunto, località, regione, paese.

Il termine racchiude tuttavia un’ ulteriore valenza, quale termine medico riferito alla zona particolare di un organo.

E ancora, locus può indicare una posizione, un posto, una condizione, un pretesto, un momento.

Una pluralità di accezioni che conferisce all’espressione “luogo del cuore” anche un riferimento al locus in senso emotivo e affettivo, connotandolo quale territorio privilegiato nel quale è possibile ritrovare, in senso metaforico,  se stessi e la propria origine, all’insegna di una speciale  condizione di serenità che investe il cuore e l’anima.

Un risvolto ancora più affascinante, che ben si presta a essere sviscerato da fotografi, pittori e poeti dell’immagine, che rivisiteranno la tematica interpretandola in chiave personale.

Curatrici della mostra Cinzia Romano e Angela Sarzana, entrambe pittrici di talento; alla prima è affidato anche un intermezzo musicale di apertura in occasione del vernissage.

Ancora un evento di grande pregio per l’Università Popolare di Palermo, presieduta dalla professoressa Sandra Guddo, apprezzatissima scrittrice: tra le sue opere più recenti,  “Ciciri. Racconti di terra di Sicilia”.

L’obiettivo dell’iniziativa culturale aperta a tutti – l’ingresso è libero – è la promozione dell’attività svolta da UNIPOP presso gli artisti partecipanti, creando un’occasione di confronto e scambio di contenuti artistici.