Ai manifestanti del comprensorio imerese (sindaci, operai e organizzazioni sindacali), in sit-in dinanzi il Ministero dello Sviluppo Economico da questa mattina, è stata concessa solo una conferenza stampa alle 17.30. Nessuna comunicazione, invece, sulla possibilità di incontrare il ministro del Lavoro Di Maio, tanto meno di accedere alla sala d’attesa aspettando una risposta. Lo rende noto il comitato dei sindaci presenti a Roma, che in una nota manifestano tutto il loro disappunto.

«Siamo davvero esterrefatti per le modalità con le quali siamo stati trattati in quanto rappresentanti delle Istituzioni – si legge nella nota dei sindaci -: c’è stato negato un incontro a cui noi tutti teniamo particolarmente per rappresentare il grido di dolore delle rispettive comunità».

«Purtroppo – aggiungono i sindaci – il governo, in maniera ormai ciclica, fa sentire la sua assenza. Ai sindaci, ammassati con gli operai e i rappresentanti sindacali dietro la barra d’ingresso del Ministero dello Sviluppo Economico, non è stato consentito, dopo ore di attesa, nemmeno di potersi accomodare nella sala d’attesa in attesa di risposta».

«Si ringrazia l’onorevole Carmelo Miceli per il sostegno e per aver consentito l’accesso a Montecitorio – concludono – con la disponibilità della sala stampa, dove si terrà la conferenza stampa di tutti i sindaci, gli operai e le organizzazioni sindacali».