In questi ultimi giorni si è tornato a parlare del potenziamento delle prestazioni del  “dell’Alto” di Petralia Sottana: cardiologia, ortopedia, riabilitazione e creazione di un polo geriatrico di riferimento regionale.
Le domande ricorrenti che in tanti iniziano a porsi, rispetto ad una buona sanità, sono le seguenti:  i residenti delle Madonie, hanno gli stessi diritti di chi vive a Palermo, a Catania o in altri grandi città? Oppure sono da considerarsi cittadini e contribuenti di serie B? Le istituzioni locali da che parte stanno?
Urgono risposte chiare, semplici e pragmatiche che il Movimento per la Ri-Crescita delle Madonie ha dato agli amministratori madoniti. Il gruppo di cittadini attivi ha sottoposto all’attenzione dei sindaci e dei presidenti de consigli comunali la “Piattaforma programmatica di base per il diritto alla salute sulle Madonie”.

Questa sera, dalle ore 21:30 a  #ILGIORNALAIO (pagina Facebook o www.madonienotizie.it), con Vincenzo Lapunzina, vi presenteremo i contenuti della proposta e cercheremo di capire le motivazioni per cui sindaci e presidenti dei consigli comunali, del Distretto Sanitario di Petralia Sottana, hanno segnato – improvvisamente – il passo, rispetto alla proposta di rilancio del nosocomio petralese.

*

 

*