“Le nuove norme a sostegno delle imprese. Le iniziative della Regione Siciliana”: è il titolo del  convegno che si terrà il prossimo 20 giugno a Palermo, presso la Sala Mattarella del Palazzo Reale, a partire dalle 10:00.

L’evento trae spunto dalla drammatica diffusione della crisi d’impresa in Sicilia, che sollecita l’adozione di misure adeguate a contrastare gli effetti di un fenomeno che registra il record dei fallimenti in Italia, congiuntamente a Calabria e Lazio.

Un momento di confronto sul tema, voluto dall’assessorato regionale alle Attività produttive e dalla Commissione paritetica permanente per il coordinamento delle iniziative di contrasto alla crisi di impresa, tra politica, istituzioni ordinistiche e mondo della previdenza sociale per fare il punto sull’attuale disagio in cui versano gli operatori economici siciliani e individuare iniziative idonee a supportarli da parte dei soggetti che, a vario titolo, si rapportano stabilmente con le imprese in stato di sofferenza.

Moderati dall’avvocato Alberto Marino, coordinatore della Commissione paritetica, i lavori si apriranno con i saluti di Nello Musumeci  e Gianfranco Miccichè, rispettivamente presidente della Regione Siciliana e dell’ARS, e dell’ assessore regionale all’Economia Gaetano Armao.

Ad affrontare i vari spetti del codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza saranno i relatori Renato Catuogno e Alberto Scuderi: il primo ricopre il ruolo di consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Palermo ed è delegato dell’Unione degli Ordini Forensi Siciliani.

Il secondo presiede il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala ed è delegato in seno alla Conferenza Regionale degli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Seguiranno i contributi sul ruolo dei creditori pubblici qualificati a cura di Gino Madonia e Carlo Biasco, rispettivamente coordinatore regionale legale dell’INPS e direttore regionale dell’INAIL in Sicilia.

I lavori proseguiranno con l’intervento di Filippa Valenti, dirigente dell’Agenzia delle Entrate Sicilia, che tratterà il tema della transazione fiscale e del trattamento dei crediti erariali nelle procedure di composizione della crisi d’impresa.

La conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alle Attività produttive Girolamo Turano, che illustrerà le possibili azioni che la Regione Siciliana intende intraprendere per contrastare la crisi in atto e i nuovi e più rilevanti istituti introdotti dal nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’Insolvenza.