L’immagine di Domenico Dolce è stata scelta per la copertina del  “Gattopardo”, tra i mensili di punta del panorama siciliano, che esce in edicola da oggi con la Gazzetta del Sud e il Giornale di Sicilia. Accade sulla carta stampata.

Sul versante televisivo, il ventitreenne Riccardo Termini – dopo avere vinto l’edizione 2019 de “La Corrida” – ieri sera su Rai Uno è stato il “dolce” personaggio  misterioso dei “Soliti ignoti”, condotto da Amedeus.
Tra gli otto personaggi che hanno sfilato davanti al concorrente, Termini era il soggetto misterioso che “suona il flauto di cioccolato”.

Polizzi Generosa, nelle ultime ore,  ha rubato la scena degli spazi “cultura e società” dei media.

«In fondo avere successo – spiega Dolce nell’intervista esclusiva rilasciata al “Gattopardo” – non è una cosa complicata: basta dedicare totalmente la propria vita al talento:  serve disciplina, non ci sono scuse».

Il talento è l’inclinazione naturale che accomuna i due polizzani.
Il primo ha fatto la sua fortuna grazie al mondo della moda e al grande desiderio di emergere, «iniziando da zero e senza una lira in tasca».

Ci è riuscito.

Il secondo, allo stesso modo, “senza un euro in tasca”, ci riuscirà.

Tutti possono farcela, anche partendo da un Comune arroccato sulle montagne della Sicilia.
In tanti sulle Madonie hanno raggiunto traguardi importanti, nell’arte e nell’ambito di progetti imprenditoriali di grande successo.

In pochi ce l’hanno fatta in questi territori e paesaggi, in tanti sono stati costretti a raggiungere altre mete per realizzarsi.

Una cosa è certa: nessuno, tra loro,  ha cercato un pretesto per non provarci.

Soliti Ignoti – VIDEO