Continuano incessanti le attività del comitato regionale promotore per l’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia. Dallo scorso 8 settembre il comitato ha istituito un presidio permanente a Castellana Sicula (Pa), in piazza Europa.
L’agorà, denominata “Sit-in per una fiscalità di sviluppo“, da dove si discute e dibatte per sensibilizzare la deputazione regionale ad approvare una Legge obbiettivo istitutiva delle ZFM in Sicilia,  da incorniciare all’interno di provvedimenti statutariamente previsti per il complessivo miglioramento della qualità della vita di popolazioni che da anni subiscono una emarginazione economica e non solo.

Quindi, dal centro della Sicilia, per tutte le aree interne dell’isola, ecco i prossimi appuntamenti previsti fin dalle prossime ore:

SABATO 21 settembre, ore 15:30 – diretta web con Salvatore Bartolotta, coordinatore del club dei Borghi più Belli d’Italia-Sicilia, componente del comitato regionale promotore delle ZFM;

LUNEDÌ 23 settembre, ore 10:30 – diretta web con il sindaco del Comune di Buccheri (Sr) Alessandro Caiazzo

LUNEDÌ 23 settembre, ore 14:00 – una delegazione del Comitato verrà ricevuta dal segretario generale di Anci Sicilia, dott. Emanuele Alvano

MARTEDÌ 24 settembre, ore 11:30 – diretta web con il sindaco del Comune di Nicosia (En) Luigi Bonelli

GIOVEDÌ 26 settembre, ore 11:00 – Piazza Europa, Castellana Sicula (PA) tavolo di lavoro con i presidenti dei Gruppi parlamentari dell’ARS e una delegazione di sindaci dei Comuni di montagna siciliani. L’incontro verrà trasmesso in diretta web.

GIOVEDÌ 26 settembre, ore 12:00 – una delegazione del Comitato verrà ricevuta dal presidente dell’ARS, on.le Gianfranco Miccichè

Il comitato regionale, aperto a tutti è composto da: Vincenzo Lapunzina, dell’associazione “Il Caleidoscopio”, editrice della testata giornalistica on line madonienotizie.it, Alberto Virga del Consorzio Centro Commerciale Naturale (Ccn) di Gangi, Antonio Polito del Ccn di Petralia Sottana, Salvatore Cassisi del Ccn di Polizzi Generosa,  Vincenzo Spinelli del Ccn di Nicosia; Giuseppe Cità, Calogero Spitale e Giuseppe Profita,  responsabili di zona della Confesercenti, CGIL e Casartigiani; Salvatore Bartolotta coordinatore dei Borghi più Belli d’Italia – Sicilia, Salvatore Bivona, presidente Cidec Sicilia e Lidia D’Angelo presidente associazione Pro Piano Battaglia e Madonie.

Da anni chiedono alla deputazione regionale di approvare una legge obiettivo, di stimolo,  finalizzata all’esonero del versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, all’esenzione: ai fini delle imposte dirette, del reddito prodotto all’interno della zona franca; ai fini IRAP, del valore della produzione netta derivante dallo svolgimento dell’attività esercitata dall’impresa nella Zfm; dell’IMU, per gli immobili siti nella Zfm, posseduti ed utilizzati per l’esercizio dell’attività economica.
In merito all’Iva, il comitato chiede aliquote IVA agevolate e diversificate in relazione alla loro classificazione in micro, piccole, media e grandi imprese, che hanno la sede legale e operativa all’interno delle aree definite come “Zona Franca Montana”.

Le aree interne della Sicilia perdono opportunità di sviluppo reale da:

Giorni
1
6
4
1
Ore
2
2
Minuti
4
5
Secondi
1
5