«Il Tricolore rispecchia l’unità del Paese intorno ai valori e ai principi fondamento della costruzione dell’identità nazionale: la solidarietà, la riduzione delle diseguaglianze, la giustizia sociale, la tutela di tutti i diritti e le libertà fondamentali, la promozione della pace». Lo ha dichiarato il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, in occasione dell’anniversario del Tricolore (7 gennaio).

«Ricordarlo oggi – ha detto -, nel 222° anniversario della nascita della bandiera, significa riaffermare che l’Italia è un Paese che non lascia indietro nessuno dei suoi cittadini. Un Paese capace di costruire ponti e non muri, di essere un interlocutore internazionale credibile e autorevole. Capace di contribuire, in un’ottica di cooperazione europea, alle sfide del nostro tempo. Di questi ideali il Tricolore è e dovrà essere sempre più simbolo».

A ricordare il Tricolore nel suo 222° anniversario, anche il Presidente del Senato, Maria  Elisabetta Alberti Casellati, che ha detto: «Il Tricolore era ed è per me motivo di commozione», ricordando quanto pronunciato lo scorso 2 giugno quando, in Senato, è stata ospitata una mostra sulla storia costituzionale italiana e sui 70 anni della Costituzione, firmata proprio a Palazzo Giustiniani.

Nel suo discorso pronunciato a Reggio Emilia, il Presidente Casellati ha aggiunto: «La nostra bandiera rappresenta l’italianità più vera e profonda; simboleggia quell’idea di Patria – Terra dei padri – che ha segnato il cammino della nostra identità. Un cammino certamente non semplice, fatto di lotte e conquiste, sacrifici e martirii; un cammino che oggi ci consegna l’Italia così come la conosciamo: libera, democratica, solidale. Il Paese che amiamo e che viviamo è infatti il frutto del sacrificio di tante donne e tanti uomini, spesso giovanissimi, che hanno rinunciato alla propria vita per l’ideale nazionale, opponendosi a tirannie e ingiustizie; donne e uomini portatori di una speranza incrollabile di unità e indipendenza».