Grande partecipazione a Palermo alla prima tappa del “Tour contro il numero chiuso”. Oggi 9 ottobre, invece, l’appuntamento è a Catania.
Gli avvocati Francesco Leone e Simona Fell, soci fondatori dello studio legale Leone-Fell, stanno incontrando studenti e genitori che lo scorso 3 settembre hanno partecipato al test d’accesso per Medicina e Odontoiatria, per spiegare loro le principali irregolarità che si sono verificate e come tutelarsi.

In queste settimane sono migliaia le segnalazioni di irregolarità pervenute in studio, dall’uso di microauricolari e smartphone in aula alla presenza di domande errate o fuorvianti, dalla violazione dell’anonimato all’errato calcolo del fabbisogno, oltre a tutta una serie di illegittimità che sono tuttora in corso di verifica attraverso i verbali d’aula.

È scoppiato proprio da Palermo il caso dei microauricolari che, nei giorni prima del test – come hanno riportato alcune testate giornalistiche – hanno avuto un’impennata di vendite.

Sarebbero tanti i candidati che, grazie a tale strumentazione, avrebbero avuto il famigerato “aiuto da casa”, falsando i risultati dell’intera selezione.

Per queste ragioni, e soprattutto per garantire il diritto allo studio, lo studio legale Leone-Fell ha dato il via al “Tour contro il numero chiuso”.

Il tour consente agli avvocati di incontrare i potenziali ricorrenti per spiegare loro le campagne legali portate avanti dallo studio e ai partecipanti del ricorso collettivo di conoscere i legali che lo patrocineranno.

Sarà l’occasione per porre tutte le domande inerenti le modalità di partecipazione all’azione nonché conoscere i motivi del ricorso.

Quella dello studio Leone-Fell & Associati è una vera e propria battaglia di legalità che ha come obiettivo non solo quello di garantire il diritto allo studio a migliaia di studenti, ma anche evitare che negli anni a venire possano essere riproposte le medesime procedure di selezione che di fatto non garantirebbero equità di trattamento.

C’è un’importante novità anche per chi è già iscritto in un altro corso di laurea, ovvero la possibilità di accedere a Medicina, ad anni successivi al primo, senza passare dal test, utilizzando i crediti formativi maturati nei corsi affini.

Ideata dallo studio Leone-Fell, l’azione legale consente l’immatricolazione senza test e, grazie a una recente sentenza del Tar, con pochi esami convalidabili già superati.

Il “Tour contro il numero chiuso” proseguirà l’11 ottobre a Catanzaro, il 15 a Napoli e infine il 17 a Roma.

Partecipare agli incontri è gratuito ma poiché i posti sono limitati è necessario prenotarsi (su Eventbrite).