Bocciatura per Ztl, tram, servizi di raccolta rifiuti e trasporto pubblico. Sollecitati più parcheggi e un aumento dei controlli per garantire la sicurezza nelle ore notturne. Pareri in maggioranza positivi, invece, per le pedonalizzazioni e i dehors.

È il responso dell’iniziativa promossa dal Coordinamento cittadino di DiventeràBellissima (guidato da Eduardo De Filippis, Stefania Munafò e Giuseppe Amato) e dal movimento giovanile cittadino (coordinato da Jore Di Prima), che con un gazebo in via Magliocco a Palermo ha raccolto, tramite questionari in forma anonima, i pareri di oltre 600 palermitani: 30% liberi professionisti, 30% dipendenti pubblici, 25% dipendenti privati e 15% disoccupati.

Dal Coordinamento cittadino di DiventeràBellissima sottolineano: «Abbiamo dato voce ai palermitani, perché il nostro metodo è quello di scendere in piazza tra le gente, invece di lanciare critiche da dietro una scrivania. I risultati del sondaggio parlano da soli, manifestando l’insoddisfazione di molti sulla qualità dei servizi pubblici a Palermo».

Ecco il prossimo passo: «Consegneremo – fanno sapere – l’esito dei questionari all’Amministrazione comunale. L’auspicio è che ne tenga conto, perché su temi così importanti non si può continuare ad ignorare il parere dei cittadini».

Più in dettaglio, il 70% dei partecipanti al sondaggio sostiene che le limitazioni al traffico (Ztl, zone blu e precedentemente targhe alterne) hanno prodotto effetti positivi molto limitati, l’80% boccia la qualità del servizio di trasporto pubblico e oltre il 90% sostiene che il tram non abbia ridotto il traffico.

Chiesti a gran voce nuovi parcheggi, così come è auspicata pure la realizzazione della metropolitana.

Bocciato, inoltre, il servizio di pulizia nelle strade e solo il 31% dei partecipanti al questionario ha giudicato positivamente la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti.

Ben il 94% reputa pericolosa Palermo nelle ore notturne e in molti sollecitano più controlli dei vigili urbani e il coinvolgimento di vigilantes privati e volontari.

Secondo il 57% degli intervistati le limitazioni del traffico e la pedonalizzazione di alcune arterie favoriscono il commercio.

Promossa dal 71% la presenza dei dehors fuori dai locali, mentre l’88% sostiene che il Comune non ha aiutato i commercianti che sono in crisi a causa dei cantieri infiniti.

Sonora bocciatura per lo Sportello unico, l’Ufficio anagrafe e il sito internet del Comune (parere negativo per oltre l’85%).

Il 91% degli intervistati ha dichiarato insufficiente il decentramento amministrativo nelle circoscrizioni.

Infine, il 78% di chi ha partecipato al sondaggio promosso da DiventeràBellissima ritiene indispensabile attivare partenariati tra pubblico e privato per la gestione degli impianti sportivi a Palermo.