Protesta dei Vigili del fuoco, oggi, davanti alla sede della Prefettura di Palermo. Una mobilitazione svolta in tutta Italia, per chiedere più uomini, più mezzi e un’equiparazione economica alle altre forze dell’ordine.

«In questo Paese i Vigili del fuoco hanno scarse garanzie e tutele rispetto agli infortuni e alle malattie professionali e non vengono valorizzati né dal punto di vista retributivo né da quello previdenziale», afferma Mimmo Ballotta, segretario generale Fns Cisl Sicilia che, insieme a Fp Cgil e a Fns Uil, ha preso parte alla manifestazione davanti alla Prefettura di Palermo, aderendo all’iniziativa promossa dalle segreterie nazionali dei tre sindacati.

«Va dato un riconoscimento reale alla specificità e dell’alta professionalità di questo corpo – continua Ballotta – stanziando fondi per il rinnovo del contratto di lavoro e potenziando gli organici. Il governo Conte e il Parlamento prevedano, nella prossima legge di Bilancio, risorse adeguate a favore di questi lavoratori che garantiscono la sicurezza dei cittadini».