Firmato il decreto che prevede l’obbligo di installazione dei dispositivi anti abbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni. Un provvedimento volto a scongiurare eventi tragici, come quelli accaduti negli ultimi anni.
Previste sanzioni per chi non dovesse rispettare la legge, le stesse indicate per chi non allaccia la cintura di sicurezza o trasporta piccoli senza seggiolino.

L’obbligo di installazione dei dispositivi anti abbandono partirà tra qualche mese, a fine febbraio, ma si saprà definire meglio una data non appena il decreto legge sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, nei prossimi giorni.

Il decreto entrerà in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione, facendo un calcolo quindi entro la fine di ottobre, ma poi dovranno passare 120 giorni perché il provvedimento sia valido.

Anche se è già caccia ai seggiolini e ai dispositivi che meglio permetteranno di adempiere agli obblighi di legge, in realtà non sarebbe necessaria alcuna corsa all’acquisto.

Sicuramente, non appena tutto sarà ufficiale, le aziende provvederanno a fabbricare seggiolini con il dispositivo integrato.

Si dovrà meglio capire, anche, se i dispositivi già in commercio ed eventualmente applicati ai vecchi seggiolini corrispondano alle caratteristiche previste dalla nuova legge.

In ogni caso, sia che venga integrato o applicato, il dispositivo anti abbandono dovrà essere in grado di attivarsi automaticamente e di dare un segnale di conferma al conducente al momento dell’attivazione; dovrà attrarre l’attenzione con segnali visivi e acustici, percepibili sia all’interno che all’esterno del veicolo, e potrà essere collegato anche a uno smartphone tramite messaggi e chiamate.

Sono previste delle agevolazioni fiscali per l’acquisto dei seggiolini anti abbandono, ma anche in questo caso occorre aspettare la legge del Bilancio per saperne di più.