Si è insediato, questo pomeriggio, il consiglio di amministrazione della Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù, che resta in carica per tre anni. Ne fanno parte, oltre al presidente Giovanni Albano, indicato dal presidente della Regione Siciliana, il medico Salvatore Curcio (67 anni), che al Giglio è stato responsabile del servizio interdivisionale di medicina interna, e Domenico Porretta (64 anni), medico specializzato in pediatria.

Curcio, che aveva ricoperto questo ruolo nel precedente consiglio di amministrazione, è stato designato dal sindaco di Cefalù, mentre, Porretta dall’Asp 6 di Palermo. Asp6, Comune di Cefalù e Regione Siciliana sono, infatti, i soci fondatori della Fondazione Giglio.

«Proseguiremo con il consiglio di amministrazione – ha detto il presidente Giovanni Albano – il percorso di rilancio, già avviato della Fondazione Giglio, che ci vede impegnati nell’innovazione tecnologica, nell’acquisizione di nuove professionalità e in progetti di ricerca cofinanziati dall’Unione Europea e dal Miur».

«Il mio impegno –  ha aggiunto il neo consigliere Domenico Porretta – anche come medico, è quello di lavorare per una struttura sempre più a servizio dei cittadini e per l’umanizzazione dei percorsi».

«Ritorno con impegno nel ricoprire questo ruolo nell’interesse della collettività – ha sottolineato Curcio – per un ospedale di eccellenza che risponda alle esigenze del territorio e dei pazienti che si rivolgono a questa struttura».

Da sinistra, Salvatore Curcio, Giovanni Albano, Domenico Porretta