Invitato a partecipare al programma di Rai 3 Geo di oggi, il direttore dell’Orto Botanico e professore ordinario di Botanica sistematica presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestale dell’Università degli Studi di Palermo di Palermo, Rosario Schicchi, ha parlato dell’Abies Nebrodensis, specie endemica della Sicilia a rischio di estinzione.
Della pianta esistono ormai 30 esemplari in tutto il pianeta, tutti concentrati in una piccola area del Parco delle Madonie. Di questi, solo 24 capaci di riprodursi e portare avanti la specie.

Chiamato anche Abete delle Madonie, questa specie era molto diffusa in varie zone della Sicilia. Ma a causa dell’intervento dell’uomo la popolazione si è ridotta costantemente fino ad essere ritenuto estinto intorno alla metà dell’800, prima del ritrovamento di alcuni esemplari proprio sulle Madonie.

Intervistato dal fotografo naturalista Emanuele Biggi, il professor Schicchi ha raccontato che l’Abies nebrodensis è stato al centro di un progetto “Life” portato avanti dall’Ente Parco delle Madonie tra il 2001 e il 2005.

In pochi credevano nelle possibilità di riuscita del progetto, considerando la specie destinata irrimediabilmente all’estinzione. Invece, grazie ad un intervento di aiuto artificiale alla riproduzione dell’abete attraverso l’impollinazione controllata di esemplari distanti tra loro, sono stati raccolti dei semi che hanno generato circa 200 nuove piante.

Allo stesso tempo è stato possibile realizzare delle prove sperimentali che hanno prodotto informazioni importanti per stabilire le condizioni più favorevoli al rinnovamento della specie.

*

Rai play della trasmissione