Un accordo tra Assessorato regionale Energia e servizi di pubblica utilità e Confindustria Cisambiente, per promuovere la legalità e contrastare le infiltrazioni criminali nella gestione e nel trattamento dei rifiuti e nel settore delle bonifiche.

Il protocollo d’intesa sperimentale, proposto dall’assessore Alberto Pierobon, è stato apprezzato dalla giunta regionale presieduta da Nello Musumeci e mira a promuovere, incentivare e diffondere le buone pratiche di collaborazione tra organi istituzionali e le associazioni portatrici di interessi.

Presenti alla sigla dell’intesa l’assessore Pierobon e i vertici di Confindustria Cisambiente, Lucia Leonessi, Cesare Bagnari e Giuseppe Romano.

L’accordo è stato voluto fortemente e sostenuto dal vicepresidente Cisambiente, Gregory Bongiorno, delegato ai Rapporti con Confidustria.

Grande attenzione viene dedicata al settore delle bonifiche, dove l’accordo consentirà di implementare l’analisi conoscitiva dei singoli siti garantendo la trasparenza e la regolarità delle procedure da adottare per le bonifiche, sulla scorta di quanto già avviato dal commissario straordinario per le bonifiche, il generale dei Carabinieri Giuseppe Vadalà, che siglò analogo protocollo.

«Grazie a questa convenzione – spiega Pierobon – potenziamo il confronto e l’interlocuzione con le imprese anche per capire tutte quelle problematiche concrete che necessitano di risposte e soluzioni pratiche e immediate».

La collaborazione riguarderà anche il settore dei rifiuti per «sensibilizzare gli operatori del settore, siano essi pubblici o privati, i cittadini, e più in generale la comunità nel settore dei rifiuti e delle bonifiche».

Nel corso dell’incontro in assessorato sono state affrontate diverse questioni aperte in Sicilia in materia di tariffazione, impiantistica e flussi dei rifiuti.

L’assessorato e i dirigenti di Cisambiente collaboreranno su questi argomenti, che saranno approfonditi in un incontro pubblico che sarà organizzato nelle prossime settimane.