Muniti di telescopi, ricercatori Inaf ed Isaf osserveranno le stelle dal Monte Cane, sull’altopiano che da secoli oltre sette secoli custodisce l’Eremo di San Felice.
La manifestazione, aperta al pubblico su prenotazione, si svolgerà sabato 12 gennaio, in occasione di “100 ore di Astronomia”, l’evento mondiale organizzato dall’Iau (International Astronomical Union) per celebrare i 100 anni della sua fondazione.

A Caccamo l’osservazione del firmamento, guidata dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Palermo, sarà affiancata dalla visita dell’Eremo e da una passeggiata lungo il sentiero nella riserva naturale in cui lo stesso è immerso, attività ideate e coadiuvate dall’infaticabile gruppo di volontariato dell’associazione Amici di San Felice.

Infatti, saranno gli Amici di San Felice ad accogliere i partecipanti e a guidarli fino all’Eremo con una passeggiata in salita, di poco più di un chilometro, lungo una strada sterrata, in seno alla riserva naturale orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto.

Giunti sull’ampio spiazzo che circonda l’Eremo, a 600 metri sul livello del mare, si potrà ammirare un panorama mozzafiato che spazia da Cefalù, all’arcipelago delle Isole Eolie, al porto e alla Tonnara di San Nicola, al lago Rosamarina, al castello e alla città medievale di Caccamo.
Sarà l’occasione per visitare il piccolo gioiello trecentesco e l’annessa cappella, dove sarà allestita una mostra di astrofotografia.

Gli astronomi guideranno i partecipanti nell’osservazione del cielo di gennaio. L’appuntamento è alle 16:30 presso il ponte Saraceno (km.18 della S.P. Trabia – Ventimiglia).

È consigliabile indossare abbigliamento adatto ad un trekking leggero e portare una torcia (durante la discesa la strada sarà al buio).

La prenotazione è indispensabile; scrivere a eventi@ifc.inaf.it indicando l’eventuale presenza di bambini.