Il presidente della Regione, Nello Musumeci e l’assessore al Territorio, Salvatore Cordaro, nella  mattinata di oggi hanno effettuato un sopralluogo a Piano Battaglia, con lo scopo di constatare le condizioni generali dell’intero sito della località turistica, le modalità di accesso all’area, i servizi di viabilità nonché gli impianti di risalita.
Assente il sindaco metropolitano, Leoluca Orlando, per impegni istituzionali. Orlando ha delegato i vertici della burocrazia dell’ex Provincia, interessati all’area di Piano Battaglia: il direttore generale dell’Ente, Giuseppe Vella, il capo della direzione edilizia turistico e sportiva, Claudio Delfino e Salvatore Serio, responsabile della protezione civile della Città Metropolitana.

«Continua l’impegno della Città Metropolitana per la promozione turistica delle Madonie, – ha affermato Leoluca Orlando – specie per impianto sciistico e viabilità. Ritengo doveroso apprezzare l’attenzione e la collaborazione della Regione e del Presidente Nello Musumeci, nel rispetto di procedure necessarie e grazie al grande impegno delle strutture tecniche e amministrative metropolitane».

Tra un’apprezzamento e un ringraziamento, Orlando, comunque, frena Musumeci circa le procedure e le competenze proprie di ciascun Ente.

Nel corso dell’incontro il presidente Musumeci ha anticipato che avrebbe convocato sia il sindaco Orlando che i vertici del Parco delle Madonie e il primo cittadino di Petralia Sottana.
La riunione “operativa”, così l’ha definita il presidente della Regione, si terrà il prossimo 4 dicembre. Musumeci ha dichiarato che vuole dirimere alcune questioni che riguardano fin da subito la fruibilità dell’area e degli impianti di risalita.

Riguardo la funzionalità degli impianti, legati alla gestione delle piste da discesa (quelle di Piano Battaglia, per un incomprensibile scelta non sono state affidate insieme agli impianti di risalita) gli Uffici della Città Metropolitana il 26 novembre (!) – la prima gara è andata deserta ad inizio mese – hanno pubblicato “l’avviso di manifestazione di interesse per la selezione di operatori economici per l’affidamento, mediante procedura negoziata, del servizio annuale per la gestione delle piste da discesa, dei sentieri di collegamento e dei sentieri naturalistici della Mufara, ricadenti nell’area sciabile attrezzata di Piano Battaglia. Stagione Invernale 2019-2020/Stagione estate-autunno 2020” (clicca QUI per consultarlo).
Il termine fissato per manifestare l’interesse a gestire le piste, per un importo complessivo di 250 mila euro, è l’11 dicembre p.v., a ridosso, dunque, delle festività natalizie.

Il 4 dicembre a Palazzo d’Orleans sarà veramente una “Santa Barbara”, in quanto tutti i partecipanti prenderanno coscienza che l’apertura degli impianti, per l’imminente stagione sciistica, potrebbe essere a rischio.

Tuttavia, Musumeci ha più volte ribadito che bisogna prepararsi per la prossima stagione sciistica e non per quella imminente. Ad maiora, quindi.