Lucia Macaluso, collaboratrice per oltre otto anni di due “premier” petralesi, ha annunciato sui social di avere rimesso il mandato al sindaco Leonardo Neglia.
Pare che il panico abbia avuto la meglio sui concittadini dell’ex assessore, la voce raccolta sui marciapiedi lasciava ad intendere alcune frizioni tra Neglia e la sua collaboratrice, al punto che la puntigliosa “assessora”, per contenere le “voci di cortile” e tenere a bada gli “scribacchini della carta stampata”,  ha immediatamente puntualizzato che «nessun problema con il Sindaco Leonardo Neglia o con la Giunta, semplicemente dopo otto anni ininterrotti da amministratore è doveroso lasciare spazio a chi vuole provare questa esperienza».

Il sindaco si è determinato di coinvolgere Carmelo Licata, già presidente del consiglio comunale, nell’era in cui Santo Inguaggiato governava Petralia Sottana.

Un coniglio uscito dal cappello del primo cittadino che non ha nulla a che vedere con la magia, Licata avrebbe espresso  il desiderio di “provare questa esperienza” fin dalla formazione di questa coalizione, che in campagna elettorale non ha avuto rivali.
Petralia Sottana, insieme a Gangi e Caltavuturo non ha il privilegio di avere una opposizione consiliare all’amministrazione comunale.

«Riassumere più di otto anni di esperienze e di cose realizzate, non è cosa facile», scrive Macaluso, tuttavia, precisa che continuerà a sostenere le attività dell’amministrazione:  «dagli scranni del Consiglio Comunale è disponibile a continuare a mettere al loro servizio le modeste esperienze maturate in questi anni anni».

Nel lungo post di commiato non potevano mancare i ringraziamenti a «Santo Inguaggiato che mi ha voluto nella sua prima Giunta e che mi ha riconfermato per tutta la sua seconda sindacatura».

E poi parole di apprezzamento per il sindaco in carica «Leonardo Neglia, prima collega assessore e poi Sindaco che mi ha voluto a fianco per iniziare questo complesso percorso» e per gli «assessori che si sono succeduti in questi anni».

Un “grazie a tutti”, uno in particolare alle «associazioni di Petralia Sottana, senza di cui sarebbe stato impossibile raggiungere determinati risultati, e ai miei concittadini che mi hanno da sempre sostenuto».

Lucia Macaluso tiene a rassicurare che non  tralascerà «le iniziative in itinere o intraprese, anzi, avrò molto più tempo per dedicarmi alle attività e ai progetti che mi appassionano di più, lo farò in modo diverso».

«Voglio troppo bene al mio paese per non interessarmene più», conclude l’ex assessore.