Più di tre milioni di telespettatori per la puntata di Linea Verde di ieri, che ha messo in mostra la Sicilia interna e Petralia Soprana con i suoi monumenti e la miniera di salgemma.
I dati auditel hanno certificato che la trasmissione ha intrattenuto 3.278.000 spettatori (19.3%) nella fascia daytime mezzogiorno.

Lo storico programma televisivo di Rai 1 ha fatto tappa a Petralia Soprana per scoprire il borgo e la miniera di salgemma con Beppe Convertini, che assieme a Ingrid Muccitelli e al cuoco Peppone Calabrese, conduce la trasmissione che va in onda ogni domenica alla ore 12:20.

La puntata di ieri ha fatto vedere la Sicilia interna ricca di storia e di antiche tradizioni, dove non è il mare ad affascinare ma le montagne, i colori speciali dei terreni e dei panorami, dove si resta colpiti dagli odori ormai dimenticati.

Petralia Soprana e la miniera di salgemma sono state una tappa del tour, che è partito dal territorio ennese di Valguarnera passando per Aidone e Sperlinga per concludersi a Valledolmo.

A Petralia Soprana Beppe Convertini ha incontrato le signore che con il loro “panaro”, mente facevano la spesa e con loro ha scoperto le bellezze del borgo, tra chiese e palazzi nobiliari, prima di partire, a bordo di una Jeep del 1943 guidata da Pietro Cassaniti, alla volta della miniera di sale dell’Itakali a Raffo, alla scoperta del salgemma che si è formato quattro milioni di anni fa.

Una opportunità per Petralia Soprana, che il presidente del consiglio Leo Agnello non si è fatta sfuggire mettendosi a disposizione per organizzare il tutto.

«Vogliamo ringraziare Linea Verde – hanno detto il sindaco Pietro Macaluso e il presidente del Consiglio Leo Agnello – per averci dato la possibilità di far conoscere Petralia Soprana e le sue bellezze a più di tre milioni di persone».

«È una bella affermazione per il paese – concludono – che premia anche il lavoro che l’amministrazione comunale svolge costantemente con abnegazione e spirito di servizio».