A Gangi è in corso una delle più apprezzabili esercitazione di protezione civile che si sono svolte in Italia nell’ultimo periodo. Centoventi volontari, provenienti da tutta Italia, nella giornata di venerdì 17 maggio si adopereranno per la “Tutela e salvaguardia del patrimonio culturale”, nel corso di “Engyon 2019”.
L’evento è stato organizzato dall’Associazione Nazionale “Proteggere Insieme”, di concerto con il direttore della Protezione Civile regionale, Calogero Foti e con il  patrocinio del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

L’operatività organizzativa è stata affidata alle associazioni affiliate NOIS Gangi e NOIS Sant’Agata e al Comune di Gangi, che ha concesso le strutture.

Gli scenari operativi dell’esercitazione verranno valutati dalle massime autorità regionali e nazionale della Protezione Civile, Calogero Foti e Angelo Borrelli.

Borrelli è atteso a Geraci Siculo per le ore 10:00, arriverà in elicottero e verrà accolto dal sindaco Luigi Iuppa. Alle 10:30 è atteso a Gangi presso la sede del Consiglio comunale e verrà accolto dal commissario straordinario del civico consesso, Giovanni Impastato, dal sindaco Francesco Migliazzo e dal Direttore Calogero Foti.

Alle 11,30 presso la sala polifunzionale, sotto piazzetta Vitale, un momento commemorativo per ricordare la figura dell’archeologo e assessore regionale al Patrimonio Culturale, Sebastiano Tusa, scomparso nell’incidente del boeing 737 Max della Ethiopian Airlines caduto lo scorso 10 marzo.

Al termine della cerimonia Borrelli, Foti e Roberto Cerrato, presidente nazionale di “Proteggere Insieme”,  parteciperanno al pranzo con i volontari presso la struttura allestita nel campo base dell’eserzitazione.

Sindaco, amministratori e commissario straordinario hanno voluto sottolineare l’impegno profuso dai «numerosi volontari che in questi giorni sono stati impegnati in questa importante esercitazione».

«Per noi è un onore ospitare l’evento e il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli», afferma il sindaco Migliazzo.