Effettuati dalla Polizia stradale dei controlli nella zona dell’agglomerato industriale di Termini Imerese, volti a verificare la regolarità dei mezzi pesanti: sanzionato un autotrasportatore per aver manomesso i sigilli del cronotachigrafo e i conducenti di altri due veicoli commerciali, per il riscontro di alcune alterazioni del sistema che regolarizza l’emissione dei gas di scarico.

All’autotrasportatore è stata irrogata una sanzione di 1.736 euro, con sospensione della patente e decurtazione di 10 punti. A carico dei conducenti degli altri due mezzi sono state contestate, invece, violazioni al Codice della Strada con sanzioni del valore di 431 euro ciascuno. Si aggiunge anche il ritiro della carta di circolazione.

I controlli sono stati condotti dalla Polizia stradale Sicilia Occidentale, nello specifico dalla Sezione Polizia stradale di Palermo. Diversi i veicoli fermati. È stata posta particolare attenzione alla verifica della regolarità del rapporto di impiego tra le ditte di autotrasporto e i relativi conducenti, come anche il rispetto dei tempi di guida e di riposo, fondamentale in termini di sicurezza. Analoga attenzione è stata riposta dalle pattuglie della Stradale alla salvaguardia e tutela ambientale attraverso il controllo delle emissioni dei gas di scarico e dei relativi dispositivi a essi connessi.