«Per i poteri attribuiti dalla Legge la Commissione le conferisce il diploma accademico di primo livello in clarinetto». Lo ha dichiarato il maestro e stimato compositore,  Carmelo Caruso, docente relatore, al termine dell’esibizione di Enrico Bellina, giovane talento di Castellana Sicula.
Bellina ha conseguito il diploma accademico presso il Conservatorio di musica “Alessandro Scarlati” di Palermo, con il massimo dei voti, 110 e lode.

L’esibizione del giovane musicista, propedeutica alla proclamazione, è stata accompagnata dall’orchestra “Vincenzo Bellini”, del Conservatorio di Palermo che, secondo il maestro Caruso – fondatore e sostenitore della stessa –  ha accompagnato il giovane musicista in «maniera egregia».

«Cosa non facile, per lo studente, per l’orchestra e per il direttore», ha affermato Caruso, con una punta di orgoglio.

L’intervento dell’orchestra – per l’occasione diretta da Giorgio Buttitta, diplomando in direzione d’orchestra – , che ha accompagnato il solista diplomando, sarebbe il primo nella storia del Conservatorio palermitano: «inauguriamo con Bellina un’esperienza per celebrare la fine del percorso di studi di questo Conservatorio», ha affermato il presidente della commissione esaminatrice.

Secondo le testimonianze dei componenti la commissione e dei maestri d’orchestra, che hanno accompagnato il neo accademico di clarinetto, sarebbe la prima esperienza in Italia.
«Un privilegio e un lusso, per il giovane diplomato», secondo quanto dichiarato dal maestro di clarinetto Salvatore Villardita,  che con grande professionalità ha accompagnato Bellina nella prima tappa del percorso di studi.

Il maestro Bellina, intervenendo da solista, nella prima parte del concerto ha eseguito dei pezzi di Mozart. Nella seconda parte ha interpretato magistralmente le “variazioni per clarinetto e orchestra” di Gioacchino Rossini.

Nel lungo “dialogo”, caratterizzato da un continuo “botta e risposta” – tra il solista e l’orchestra – Bellina si è destreggiato tra la melodia del suo inseparabile strumento e la  “risposta” degli altri strumenti.

Standing ovation. Tutti in piedi ad applaudire il giovane castellanese, Commissione compresa, che ha avuto il privilegio di essere stato accompagnato da un intera orchestra; un meritato doppio riconoscimento per la preparazione e la serietà che ha dimostrato, lungo il difficile percorso di studi.

(Nella foto da sinistra: Giorgio Buttitta, Carmelo Caruso, Enrico Bellina e Salvatore Villardita) 

Mozart, concerto per clarinetto e orchestra in La maggiore K. 622.