Meglio una nuova struttura, che una ridattata. È quanto sottolineato in un’analisi costi-benefici effettuata dall’Ufficio speciale per la progettazione, guidato dall’ingegnere Leonardo Santoro e costituito a Palazzo d’Orleans dal governatore Nello Musumeci, riguardante l’adeguamento sismico dell’istituto comprensivo “Francesco Minà Palumbo” di Castelbuono (Pa).
Stando ai calcoli, il costo dei lavori sarebbe superiore a quello della costruzione di un nuovo edificio e, in una seconda fase, della demolizione del vecchio. Il risparmio calcolato è di quasi 150mila euro su una spesa complessiva superiore ai due milioni.

Da alcuni mesi, tramite questo Ufficio, la Regione offre agli enti locali dell’Isola non solo un supporto di tipo progettuale, ma anche la valutazione dei costi delle opere pubbliche.

Lo stesso tipo di studio era già stato effettuato per un’altra scuola di Altofonte.

“Una valutazione – si legge in una nota dell’Ufficio – che la nostra struttura realizza a costo zero attraverso i suoi esperti e che serve a ottimizzare la spesa per qualsiasi opera pubblica, con risparmio di risorse che possono così essere utilizzate per nuovi interventi a beneficio della collettività”.

L’amministrazione comunale di Castelbuono fa sapere di aver chiesto una valutazione all’Ufficio speciale per la progettazione, in seguito a un finanziamento di 3.400.000 euro per la ristrutturazione della scuola.

Adesso l’elaborato dell’Ufficio è stato trasmesso dagli uffici della Regione a quelli del Comune, che dovranno girare la proposta al ministero dell’Istruzione a cui spetta erogare il finanziamento.

“Chiaramente – comunica in una nota l’amministrazione comunale di Castelbuono – è un progetto ancora in fase di valutazione degli uffici preposti, infatti in data 7 novembre su iniziativa del Comune di Castelbuono è stato fissato l’appuntamento presso la Sovraintendenza ai Beni culturali, per discutere del progetto”.