Grave incidente sul lavoro in un cantiere sulla A 19, nei pressi di Enna, sul viadotto “Mulini”,  al km 112 della Palermo-Catania.
Un giovane operaio ventiquattrenne di Polizzi Generosa – G.C. –  è stato travolto da una lastra di cemento mentre effettuava lavori in forza alla ditta appaltatrice. L’evento gli avrebbe prodotto diverse fratture e un’emorragia cerebrale.
I soccorsi sono stati allertati immediatamente e hanno risposto nel giro di pochi minuti. L’operaio è stato elitrasportato presso il pronto soccorso del Sant’Elia di Caltanissetta, dove è attualmente ricoverato presso il reparto di rianimazione; le sue condizioni, se pur critiche, sono stazionarie.

La notizia dell’incidente sul lavoro del giovane polizzano, figlio di un operatore economico del luogo, riporta alla ribalta i numeri degli incidenti sul lavoro in Sicilia.
Secondo i dati diffusi dall’Inail sono in forte aumento e una delle cause sarebbe il calo dell’attenzione per la sicurezza.

“Le aziende investono meno in sicurezza. – afferma l’economista Franco Garufi, commentando i dati dell’Istituto –  Le lavoratrici ed i lavoratori sono pressati anche dal timore della perdita del posto di lavoro e riescono assai meno del passato ad organizzare iniziative di resistenza contro l’arretramento delle condizioni materiali nelle quali prestano la propria opera”