Nuova iniziativa a cura del Fiat Club 500 Sicilia.
Domenica 14 aprile a Palermo, presso gli spazi del Parco di Villa Filippina – dove si trova anche la sede operativa del Club – nel cuore della città, si terrà il Concorso di Eleganza, Conservazione e Restauro, che premierà Fiat 500 classiche, fuoriserie e modificate.

L’evento  si inserisce nell’ambito di un vasto programma di manifestazioni che il Club, presieduto da Giuseppe Scardina, organizza e promuove in tutta la Sicilia, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio storico e culturale legato alle auto d’epoca e risvegliare l’interesse turistico per il territorio, attraverso la conoscenza delle specificità locali, dalla gastronomia ai monumenti.

L’happening domenicale avrà quale protagonista lo street food chef  Nino ‘u Ballerino, ambasciatore della migliore tradizione gastronomica palermitana nel mondo (nella foto insieme al presidente Giuseppe Scardina) e la cui attività commerciale è situata proprio a pochi passi da Villa Filippina, in corso Camillo Finocchiaro Aprile.

«Sono lieto di partecipare –  afferma Nino – a un ‘iniziativa che celebra uno dei simboli del made in Italy nel mondo, e trovo davvero una bella idea che molte persone si incontrino e socializzino condividendo l’amore e la passione per le auto d’epoca».

I partecipanti potranno dunque degustare quelle prelibatezze che hanno fatto di Nino il focaccere più famoso dello scenario internazionale quali milza, panelle e crocchè; la degustazione è prevista intorno alle 11:00.

L’evento si aprirà alle 8:30 con il raduno dei partecipanti – si entra da via Nicolò Turrisi – e si concluderà alle 15.00 con la premiazione.

Il concorso vedrà la selezione delle autovetture compatibilmente al loro interesse storico, tecnico ed estetico, alla loro rarità e autenticità, senza dimenticare l’eleganza e la raffinatezza del design; per il giudizio relativo alla componente “abbigliamento” sarà coinvolto un giurato di estrazione diversa da quella prettamente automobilistica.

La giuria, presieduta da Diego Maniscalco e composta dai commissari tecnici Salvatore Ruisi e Vincenzo Di Salvo, sarà chiamata a valutare il grado di originalità del veicolo, lo stato di conservazione,  la qualità del lavoro di restauro e il valore storico del modello.

Particolare attenzione sarà dedicata anche all’armonia delle forme e degli accostamenti cromatici, al tratto estetico delle sellerie e delle tappezzerie e al corretto abbinamento con gli accessori; in primo piano anche l’efficienza meccanica e l’originalità del vano motore.