Sabato 13 e domenica 14 aprile Sanlorenzo Mercato inaugura la stagione delle grigliate in giardino con un trionfo di sapori e profumi marini: il weekend del pesce azzurro.

Un’occasione per celebrare alcune tra le specie ittiche più povere ma che hanno reso eterna la cultura gastronomica del Mediterraneo e della Sicilia in particolare, a cominciare dal tonno, l’alalunga, lo sgombro, le sardine, il “cicirello” e tanti altri.

Per due giorni sarà possibile gustare i piatti creati appositamente dalla nuova Pescheria di Sanlorenzo in due postazioni create ad hoc.

Protagonisti dell’evento la grande grigliata di sgombri e sarde e i coppi di frittura della pescheria, tutti a prezzi speciali.

Due i piatti in promozione: il coppo di fritti con cicirelli, sarde e calamari  (€ 5) e il piatto di sarde e sgombri arrostiti alla griglia (€ 6) con una panatura alle spezie (se presi in coppia si accede a un ulteriore sconto per un totale di 10 euro).

Il termine pesce azzurro non ha origini prettamente scientifiche, ma commerciali. Pesci azzurri sono tutte quelle varietà di pesci, vari in forma e dimensioni, che però condividono alcune caratteristiche comuni.

Sono facilmente reperibili nel Mediterraneo, hanno riflessi del colore blu scuro sul dorso e argentato sul ventre, non hanno squame.

In più il pesce azzurro è considerato un vero toccasana per la salute: i pesci di questo gruppo sono ricchi in Omega3 e di grassi insaturi, che fanno bene allo sviluppo; le loro carni sono grasse e piene di olii, facilmente digeribili.

Il banco della nuova pescheria è un vero e proprio angolo di Porticello al Mercato. Proprio da lì viene infatti la famiglia Lo Coco che da tre generazioni seleziona il pesce più pregiato delle coste palermitane. Una questione di famiglia, che attraverso i decenni arriva fino ai giorni nostri.