Una ventina di tele che raccontano una donna eclettica e ironica, attraverso simboli che caratterizzano la Sicilia, utilizzando l’iconografia tradizionale per esprimere l’interiorità dell’autrice.

L’artista palermitana Eugenia Affronti Spina giunge alla quarta mostra personale, dall’eloquente titolo “Siculissima sugnu”, visitabile il 17 e 18 maggio dalle 17:00 alle 20:00 presso lo spazio culturale “Al – Karah”,  in piazza Alberico Gentili a Palermo.

Cassate, cannoli, pale di fico o, ancora, un pupo inserito dentro un teatro che simboleggia la vita: un mondo surreale attraversato da paladini e dolci, nel quale campeggiano i vividi colori isolani.

«Mi servo delle nostre tradizioni per parlare di me – afferma la pittrice – e mi esprimo attraverso tutto ciò che è raffigurato, in chiave simbolica e surreale».

Non a caso, il surrealismo è la corrente pittorica che preferisce: tra i suoi modelli ispiratori figurano René Magritte e Frida Kahlo.

L’esposizione è inserita all’interno della rassegna “Le donne nell’arte in Sicilia”, indetta e promossa dall’Università “eCampus”, in collaborazione con le associazioni Ghenos e ComeUnaMarea.

Un omaggio alle donne che lavorano nel campo artistico e non solo, con la presentazione delle loro opere, proiezioni, dibattiti.

La rassegna, che ha preso il via lo scorso 21 marzo – le altre artiste coinvolte sono Ketty Barbante e Cinzia Romano – si concluderà il 10 giugno prossimo.