Dimmi dove vivi e ti dirò quanto si lavora. I tassi d’occupazione sulle Madonie sono diventati di dominio pubblico grazie all’elaborazione statistica del quotidiano economico Sole 24Ore.

Comparando e incrociando i dati del Ministero Economia e Finanze con quelli dell’Istat, il quotidiano ha fornito interessanti dati riguardanti il comprensorio madonita.

A differenza di ogni possibile ciarla pseudopolitica, la matematica non è un’opinione. E la situazione fotografata dal quotidiano fornisce interessanti spunti di riflessione.

Potrebbe essere un punto di partenza per riflettere tutti insieme sull’occupazione e lo sviluppo dei vari paesi? Ma andiamo ai dati, che riflettono l’occupazione di persone tra i 15 e i 64 anni.

Primeggia il bel comune di Geraci Siculo, che sfiora il 60% degli occupati e traina il comprensorio. Seguono a ruota le due Petralie, facendo sì che il podio del tasso d’occupazione delle madonie sia tutto nel segno dei paesi più alti.

Petralia Sottana si è “battuta” a denti stretti con Sclafani Bagni, quarta per pochissimi millesimi di scarto. Al quinto posto si piazza Pollina, comune costiero. Seguono Blufi e Scillato.

Castelbuono è solo all’ottavo posto, Cefalù al nono. A soffrire però in maniera soffocante è Sciara, che conta un tasso di occupati del 36%. Un tasso che non è solo il più basso delle Madonie, ma anche della Sicilia.

Di seguito, la classifica del tasso d’occupazione nelle Madonie, così come riportata dal quotidiano Sole24Ore.

• Geraci Siculo 59,22%
• Petralia Sottana 59,13%
• Petralia Soprana 57,82%
• Sclafani Bagni 57,20%
• Pollina 55,75%
• Blufi 54,29%
• Scillato 54,10%
• Castelbuono 53,92%
• Cefalù 53,01%
• San Mauro Castelverde 52,94%
• Isnello 52,45%
• Campofelice di Roccella 51,03%
• Gangi 51,94%
• Lascari 51,02%
• Gratteri 50,57%
• Castellana Sicula 50,60%
• Bompietro 50,06%
• Aliminusa 49,39%
• Caltavuturo 49,17%
• Cerda 48,52%
• Collesano 47,78%
• Alia 46,80%
• Polizzi Generosa 46,54%
• Montemaggiore Belsito 46,49%
• Caccamo 45,01%
• Alimena 44,60%
• Termini Imerese 44,09%
• Valledolmo 42,35%
• Sciara 36,60%