Al via la XXI edizione della storica cronoscalata Termini-Caccamo, la gara, una delle più sentite del circondario, tornata agli albori grazie alla Scuderia Caccamo Corse presieduta da Salvatore Vinciguerra, e organizzata dall’ASD caccamese in collaborazione con ACI Palermo.
Ieri pomeriggio si sono tenute le verifiche amministrative e tecniche, oggi si entrerà nel vivo con un primo turno di ricognizione di mattina e uno alle 15, per poi giungere alla gara e vera e propria di domani, con partenza della prima manche alle ore 9 e un’altra a seguire. Infine, a Caccamo in corso Umberto I, si terrà la cerimonia di premiazione.

Quest’anno si è registrato un alto numero di iscritti, sbalordendo tutti: più di 20 rispetto all’anno scorso in cui erano 80, per un totale di ben 101 schede d’iscrizione.

La termini-Caccamo è un tracciato molto tecnico, con tornanti e curve insidiose, che si svolgerà lungo la S.S. 285 dal Km. 1,600 al Km. 9,500 per una lunghezza di Km. 7.9, con un dislivello fra partenza ed arrivo di circa 400 m.

Alla gara prenderanno parte molti nomi importanti, come il catanese classe ’73 Domenico Cubeda, a bordo della sua Osella FA30, il giovane Samuele Cassibba su Osella PA21 JRB, che precederà di qualche minuto allo start il padre Giovanni su Osella PA30, Totò Riolo su Equipe Stenger, Ciro Barbaccia a bordo della Osella PA 6/9, Domenico Guagliardo su Porsche 911, Natale Mannino a bordo della sua Porsche 911 e Claudio La Franca su Porsche 911 RS.

Numeroso il gruppo di Caccamo, con Quintino Gianfilippo, Giuseppe Libreri, Vincenzo Serse, Francesco Salomone, l’esordiente Santo Galbo, Davide Monteleone, Luca Siragusa, Giovanni Siragusa, Filippo Monteleone, Giuseppe Monteleone, Giuseppe Gianfilippo e Giuseppe Scimeca.

Anche i termitani sono parecchi: Filippo Luparello, Gianluca Mauriello, Luigi Mirici Cappa, Sergio Misitia, Francesco Rizzo, Leonardo Cristadoro, Umberto Costantino, Filippo Indovina, Salvatore Baratta e Antonino Riolo.

Per questa gara d’alto profilo sono stati pensati.dei premi per i piloti: è stato istituito il 1° Trofeo della Banca di Credito Cooperativo di Altofonte e Caccamo che compie i 120 di fondazione al servizio delle comunità; al driver più giovane, che partecipa alla cronoscalata con la vettura più antica, verrà invece consegnato il premio in memoria di Benny Rosolia, il compianto pilota di Castelvetrano che è stato campione europeo ed italiano della montagna, e dei premi verranno offerti dal pilota Totò Riolo, uno al primo assoluto delle moderne e uno al più veloce delle vetture storiche.

Per quanto riguarda la viabilità, oggi, 5 ottobre, la strada di collegamento tra Termini e Caccamo sarà chiusa dalle ore 9 alle ore 17, per permettere ai piloti di effetuare i turni di ricognizione. Il percorso di gara verrà riaperto temporaneamente alla fine del primo.

Domani, 6 ottobre, la prima manche inizierà alle 9 e il traffico verrà chiuso già alle 7, per consentire la messa in sicurezza del percorso di gara e degli spettatori.