Verrà inaugurata a Cefalù, domani 5 ottobre, in occasione dell’apertura del nuovo anno pastorale, la mostra “Io sono una missione. Tu sei una missione. Ogni battezzato ed ogni battezzata è una missione”.
Venti opere di artisti diocesani e non che invitano alla riflessione e ideata dal Servizio per la Pastorale Missionaria Cooperazione tra le Chiese e Migrante per celebrare, nell’ottobre missionario straordinario voluto da Papa Francesco, l’essere tutti discepoli missionari alla ricerca dell’essenzialità.

Nelle opere degli artisti prendono forma le “periferie” delle nostre esistenze: la mancanza di speranza, lo spopolamento dei paesi madoniti, la solitudine degli anziani e la paura di incontrare il volto del fratello immigrato in una casa comune che chiede di essere custodita e coltivata.

Dipinti e pennellate di colori che fanno memoria del primo mandato di Gesù che chiama tutti ad essere discepoli missionari.

L’essenzialità dei colori e delle scene dei dipinti raccontano la “ricerca dell’essenziale”, a cui il vescovo di Cefalù, monsignore Giuseppe Marciante, chiama a riflettere tutta la sua chiesa nel nuovo anno pastorale.

Quella del Servizio per la Pastorale Missionaria Cooperazione tra le Chiese e Migrantes vuole essere una mostra itinerante, come il missionario: da Cefalù a Finale di Pollina, da Castellana a Valledolmo, per poi giungere in ogni parrocchia.

Gli autori delle opere che verranno esposte durante la mostra sono: Franca Adriana Abate, Elena Aricò, Angela Barile, Domenico Boscia, Alessandra Buttitta, Isabella Ceravolo, Martine Clavel, Cettina D’Amico, Antonella Finazzo, Anna Nelida Forte, Dora Giallombardo, Rosario Glorioso, Francesco Licciardi, Maria Lucia Presti, Mauro Scacciaferro, Monica Spiteri, Giusy Sucato, Maria Vello. Direttore, organizzatore e curatore: Roberto Giacchino.