Raccontare una storia vera, ma in chiave divertente è giocosa: è questo l’obiettivo de “La Ragazza sull’Albero”, che va in scena al Teatro Zeta in via Albergo Santa Lucia a Termini Imerese.

Lo spettacolo scritto da Piero Macaluso, in scena insieme a Francesca Cimino, racconta l’avventura di Julia “Butterfly” Hill il 10 dicembre del 1997, allora ventitreenne, saliva su Luna, una sequoia della foresta di Headwaters.

Li è rimasta per due anni. Con il suo gesto ha salvato sì un bosco dall’abbattimento, ma ha ottenuto anche molto di più: ha risvegliato le coscienze di milioni di persone che l’hanno vista in tv.

Persone che leggevano di lei sui giornali, che si preoccupavano per la sua incolumità quando le tempeste, la fame, il freddo e la solitudine mettevano a durissima prova quella ragazzina così determinata.

Ha acceso un faro sugli abusi che l’uomo commetteva e commette sull’ambiente e ha dimostrato che ciascuno di noi, con volontà e impegno, può fare tantissimo per cambiare le cose.

La storia viene narrata attraverso l’incontro con i tanti personaggi che andavano a trovarla, tutti interpretati da Piero Macaluso che, con pochi oggetti, solo con l’aspetto e il linguaggio, caratterizza cinque ruoli diversi.

Tra tempeste e minacce la nostra eroina resiste e vince la battaglia seminando l’amore per la natura e gli alberi a tutti quelli che l’avvicinano.

Il biglietto ha un costo di 8 euro, 6 euro ridotto per soci Arci. Per informazioni è possibile telefonare al numero 338 88 42 554.