Riapre nella storica cornice dell’Orto Botanico di Palermo la Fiera della Biodiversità Alimentare (Biodì). Dal 10 al 12 maggio la tre-giorni dedicata al settore agroalimentare di Sicilia darà spazio ai Parchi naturali siciliani e alle isole di Ustica e Pantelleria.

La kermesse internazionale finanziata dal Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale ed organizzata dall’Università degli Studi di Palermo (dipartimento SAAF) ed IDIMED (Istituto per la Dieta Mediterranea), pone al centro della manifestazione “i parchi e le loro produzioni agroalimentari”.

Per i tre giorni i viali dell’Orto Botanico di Palermo saranno infatti arricchiti dalla presenza di eccellenze agroalimentari e vitivinicole provenienti dai “Templi della biodiversità di Sicilia”.

Si tratta del Parco delle Madonie; parco dell’Etna; parco dei Nebrodi; parco dei Sicani; parco Fluviale dell’Alcantara; parco Nazionale dell’isola di Pantelleria ed area marina protetta dell’isola di Ustica.

L’evento “Biodì” mette a confronto aziende, produttori, coltivatori “agrifood” del Mediterraneo ma anche enti pubblici e del mondo della ricerca, come l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Palermo, per “fare rete nel settore” e promuovere una corretta alimentazione.

Saranno infatti organizzati per l’occasione momenti conviviali e formativi a cura degli chef dell’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo, i ristoratori del territorio ed i tanti operatori del settore dell’alimentazione, come gli alunni ed i docenti del centro di formazione TED, che ravviveranno il “Salone Gastronomico” della Fiera con degustazioni di piatti innovativi, che riprendono saperi, sapori e profumi dei parchi di Sicilia.

I parchi naturali siciliani e le bontà agroalimentari dell’isola di Ustica e Pantelleria saranno rappresentati da piatti gourmet preparati per l’occasione, insieme a focus tematici, laboratori del gusto e show cooking a cura di chef e pasticceri del territorio.

In particolare, il parco delle Madonie racconterà le proprie eccellenze attraverso i dolci della tradizione, ma anche sperimentazioni culinarie come l’esclusivo “Gelato Mediterraneo – 100% Sicilia”: preparato senza coloranti, conservanti o aromi artificiali dalle sapienti mani del maestro Salvatore Naselli.