Bellezza, arte, spettacoli naturali: dal 13 al 16 maggio a Cefalù arriva il progetto europeo “Echoes – European Cultural Heritage: Opportunities for citizens Engagement and Social inclusion”.

Le attività cefaludesi, coordinate da Integra Onlus che ne è capofila, prevedono incontri, approfondimenti e visite al suo straordinario patrimonio culturale a cui parteciperanno, con una positiva ricaduta per la città, numerosi dei 18 partner di 13 Paesi dell’UE + Abania, Serbia, Macedonia che costituiscono la rete progettuale.

Echoes” è a tutti gli effetti una rete che nasce dalla convinzione che la creazione di un Sistema Culturale di Comunità possa assicurare una proficua e stabile cooperazione tra enti locali e organizzazioni della società civile.

La cooperazione favorirà, tra l’altro, lo scambio di buone prassi per l’inclusione sociale attraverso la valorizzazione del Patrimonio Culturale di soggetti a rischio di emarginazione, tra i quali migranti, rom e gruppi vulnerabili in generale.

“Echoes” lancerà anche “My Culture, My Europe, My Future”, campagna internazionale che vuole dare ai cittadini l’opportunità di esprimere, sia a livello locale che comunitario, la propria visione sul futuro dell’Europa da due punti di vista: inclusione sociale e patrimonio culturale.

La campagna conterrà due iniziative, “Patrimonio culturale europeo – racconta la tua storia!” e il concorso “Europa, patrimonio, start up!”, i cui risultati saranno raccolti e confluiranno nella Raccomandazione finale da indirizzare ai decisori locali dell’UE e locali.