Torna l’appuntamento con il “Fungo Ferla Fest” a Caltavuturo, in programma il 9 e il 10 novembre. Durante la manifestazione, giunta alla sua XIV edizione, oltre alle degustazioni dei piatti a base di funghi prodotti dai ristoratori e dai produttori locali, sarà possibile partecipare anche a escursioni, visite guidate e spettacoli, per una domenica all’insegna del gusto e della cultura. E non mancherà nemmeno lo sport.

Dalle 9,30 e per tutte e due le giornate, i visitatori potranno fare il giro tra gli stand espositivi.

Domenica, alle ore 13, sarà possibile degustare gratuitamente i cibi preparati con il Pleurotus eringi var. ferulae, fungo molto apprezzato e tipico del territorio, mentre di mattina, alle 10,30, si terrà una dimostrazione dell’antico processo di caseificazione presso il pagliaio della zona “Mannari”.

Sia sabato che domenica, dalle 10, si darà il via anche alle visite guidate (servizio di navetta gratuito), con l’ArcheoTour presso lo scavo archeologico di Terravecchia, a cura dell’archeologo Filippo Iannì, l’UrbanTour presso le chiese, a cura del punto QuiParco dell’Ente Parco delle Madonie, e il Caltavuro Experience, alla scoperta dei luoghi unici del Geopark, a cura della guida AIGAE Tommaso Muscarella.

Domenica, alle ore 11, 15 e 16, oltre alla visita del Museo civico “Don G. Guarnieri” (ingresso gratuito), sarà possibile qui assistere allo spettacolo dell’opera dei pupi di Angelo Sicilia “Storia dei Paladini di Francia”. Nella stessa giornata, si terranno pure spettacoli itineranti di artisti di strada.

E per chi ama lo sport, appuntamento con il Calta-Bike, escursione in mountain bike a cura dell’Asd “Bike Caltavuturo”, e con il battesimo della sella, domenica alle ore 10, presso contrada Serra, a cura dell’ASD “The Horses Plane”. Inoltre, giorno 10, sarà possibile vistare gratuitamente il museo privato di auto d’epoca e della Targa Florio.

Per maggiori informazioni sul “Fungo Ferla Fest”, è possibile consultare la pagina Facebook dedicata all’evento o quella del Comune di Caltavuturo.