Azioni formative e divulgative che assegnano un ruolo centrale alle scuole e agli studenti nella tutela dell’ambiente.
A realizzarle è il Comune di Campofelice di Roccella, che ha aderito alla Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti attualmente in corso – è iniziata lo scorso 16 novembre e si concluderà il prossimo 24 dello stesso mese – finalizzata all’incremento della raccolta differenziata e alla diffusione delle pratiche di riuso e riciclo.

Un’importante campagna di sensibilizzazione promossa dal Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti
, componente del Comitato Nazionale SERR, che si articola attraverso eventi e iniziative nei territori, legati dal filo rosso dell’attenzione rivolta alla sostenibilità e al miglioramento della qualità della vita.
In stretta collaborazione con il Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana, il Comune, guidato al sindaco Michela Taravella, ha proposto una serie di interventi formativi ed educativi sulla materia della gestione dei rifiuti, contrassegnati dal pieno coinvolgimento delle istituzioni scolastiche locali, il Liceo Scientifico “Diego Bianca Amato” e l’Istituto Comprensivo “Giovan Battista Cinà” per un totale di circa mille studenti partecipanti, congiuntamente al Servizio Civile Universale con A.R.E.S.S. Fabiola Onlus.
Al centro dell’attenzione dell’amministrazione comunale, la riduzione del consumo di plastica: tra le iniziative previste, infatti, figura la distribuzione, a beneficio degli alunni di Campofelice, di circa mille borracce in alluminio acquistate grazie alla sensibilità del Gruppo Giaconia, tra le massime espressioni imprenditoriali del territorio.

La Società, titolare della catena di supermercati Conad Todis, presenti capillarmente in tutta l’isola, è da sempre impegnata in ambito sociale e attiva in importanti campagne finalizzate al rispetto dell’ambiente.

Un’istanza, quest’ultima, che si colloca in cima all’agenda del Comune, il cui recente sviluppo turistico è strettamente legato alle azioni intraprese a tutela dell’ecosistema e delle risorse paesaggistiche. «Attraverso questa importante campagna di sensibilizzazione e di formazione – afferma il sindaco Taravella –  intendiamo sollecitare soprattutto i giovani ad attivarsi nella raccolta differenziata, nel riciclo, nel riuso e nella riduzione della produzione dei rifiuti stessi» .
Un impegno non indifferente che il Comune ha profuso in collaborazione e piena sinergia con il Dipartimento Regionale Acqua e Rifiuti.
«Un ringraziamento – prosegue – al dirigente generale, l’ingegnere Salvo Cocina, ai referenti del progetto, alle dirigenti scolastiche coinvolte, le professoresse Antonella Cancila e Rosaria Di Prima, ai docenti, al rappresentante legale del Gruppo Giaconia Francesco Giaconia, al nostro Ufficio Comunale Ambiente, con la responsabile, l’architetto Elisa Costanzo, la Cooperativa A.R.E.S.S. Fabiola ed i ragazzi del Servizio Civile, l’assessore all’Ambiente Andrea Occorso e la società SEA SRL, affidataria del servizio di gestione dei rifiuti».
«Sono lieta di partecipare a questa iniziativa – conclude il sindaco – che prevede il coinvolgimento delle istituzioni regionali e locali, del mondo della scuola e dell’imprenditoria:  uno degli aspetti fondamentali della nostra azione amministrativa è  puntare sulla tutela ambientale e sulla riqualificazione del territorio;  pertanto, grazie a questa straordinaria sinergia tra tutti i soggetti coinvolti e alla collaborazione del Dipartimento Regionale Acqua e Rifiuti, siamo riusciti a promuovere alcune azioni  virtuose ed essenziali e altre  ne saranno avviate per il conseguimento degli obiettivi prefissati in tema di differenziazione dei rifiuti e di riutilizzo delle materie prime».