Nascerà a Palermo il Centro internazionale di ricerca della Regione Siciliana. L’iniziativa è del governo Musumeci, che ha individuato la sede presso l’Istituto Roosevelt, nella zona dell’Addaura, di proprietà dell’Assessorato regionale al Territorio.
Nel progetto, che riguarda i settori dell’ambiente e della salute, sono già stati coinvolti numerosi enti di ricerca: Enea, Ispra, Cnr, Arpa, Ismett e Rimed.

Il governatore ha effettuato un sopralluogo nei locali, insieme agli assessori regionali al Territorio Toto Cordaro e alla Salute Ruggero Razza, per rendersi conto direttamente della situazione e verificare l’attuale stato dei padiglioni.

Musumeci ha voluto visionare, in particolare, i progetti di ristrutturazione dei locali, già finanziati e pronti per partire.

«Investire in ricerca e innovazione – sottolinea il presidente della Regione – è una scommessa per la Sicilia, una terra che ha le carte in regola per emergere e pronta a costruire il futuro».

«La realizzazione di un Polo di eccellenza per la ricerca, specializzato nei settori dell’ambiente e della salute è certamente – conclude il governatore siciliano – una grande opportunità per i nostri giovani che non possiamo lasciarci sfuggire. Lavoreremo con altri enti ed istituzioni ad un progetto ambizioso, da realizzare in tempi rapidi».

All’interno dell’Istituto Roosevelt continuerà a essere ospitata anche la Soprintendenza del mare.