Inaugurato ieri mattina il nuovo tracciato ferroviario Campofelice di Roccella – Ogliastrillo, sulla linea Palermo – Messina. Presenti Graziano Delrio Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Gentile Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana e Carlo Carganico, Amministratore Delegato di Italferr. Il nuovo tracciato, lungo circa 10 chilometri e dal costo di circa 200 milioni di euro, è stato progettato da Italferr e realizzato da Rete Ferroviaria Italiana, parte in variante e parte in affiancamento alla linea esistente.

Comprende la galleria Monte Poggio Maria, lunga circa 4 km, e rientra tra gli interventi previsti per il raddoppio della linea Fiumetorto – Castelbuono, che prevede un investimento economico complessivo di 940 milioni di euro. L’attivazione della nuova linea offre un servizio di trasporto più affidabile in termini di sicurezza, regolarità e puntualità, una maggiore capacità di traffico sia per i treni a lunga percorrenza sia per i treni regionali. Capacità destinata a crescere a fine 2017, con l’attivazione del secondo binario tra Campofelice e Cefalù. Durante la realizzazione del raddoppio ferroviario sono stati anche eliminati otto passaggi a livello, con ampi benefici per il traffico stradale.

«Questo tratto della linea Palermo – Messina che da oggi entra in esercizio – ha dichiarato Graziano Delrio – è un tassello del più grande disegno che abbiamo ribattezzato cura del ferro. Rendere efficienti, sicuri, rapidi i collegamenti ferroviari è una condizione indispensabile per migliorare la qualità della vita delle persone e per favorire l’economia e l’attività delle imprese. Così come nel resto del Paese siamo impegnati a costruire in Sicilia un sistema di trasporti in linea con le attese dei suoi cittadini e le esigenze e prospettive dell’apparato produttivo.»

«L’entrata in esercizio del nuovo tratto tra Campofelice di Roccella e Ogliastrillo – ha dichiarato Maurizio Gentile – si inserisce nell’ampio ventaglio di interventi in Sicilia, che ci vede impegnati, grazie all’attenzione del Governo, con 15 miliardi di euro di investimenti nei prossimi dieci anni. Il Sud rappresenta una priorità nei piani di Rete Ferroviaria Italiana, testimoniata anche dal mio impegno come Commissario per l’itinerario Palermo – Catania – Messina.»

All’inaugurazione presente anche Leoluca Orlando, sindaco della città Metropolitana di Palermo: «Continua la “cura del ferro” nell’area Metropolitana di Palermo. Con questa infrastruttura, unita al completamento ormai imminente del passante ferroviario Punta Raisi- Palermo, renderà molto più rapido ed efficace il collegamento tra l’aeroporto Falcone Borsellino e l’area di Cefalù, con grande beneficio per la mobilità sul ferro, per  la mobilità sostenibile e con grande beneficio per l’attrattiva turistica della Città Metropolitana di Palermo. Tutto questo si collega con gli interventi organici che stiamo programmando con il nuovo Presidente dell’Autorità del Sistema Portuale, e costituisce quella dimensione intermodale della mobilità che ormai è una visione e una scelta politica e culturale dell’Amministrazione Comunale e dell’Amministrazione della Città Metropolitana di Palermo che presiedo.»