Dopo l’epilogo sfortunato al 1° Rally di Cefalù dello scorso mese, Giuseppe Di Gesù torna in abitacolo in occasione della più importante delle gare. Alla 101° Targa Florio, gara valevole come terza prova del Campionato Italiano Rally il pilota della Passione Motori ASD, tornerà al volante navigato per l’occasione dal cefaludese Stefano Cimino. Sarà una gara molto impegnativa quella di quest’anno, che metterà sotto stress la piccola ma potente Peugeot 106N2 curata dalla Campione Racing.

Una gara con molte prove in discesa quella che caratterizza la 101^edizione de “la cursa”, con prove molto insidiose, che bisognerà percorrere con molta attenzione e precisione sul dove mettere le ruote.

«Sono felice di riuscire ad essere presente anche a questa edizione della corsa più importante nel panorama rallistico – ha commentato Giuseppe Di Gesù-. Quest’anno, come lo scorso anno, punterò a tagliare il traguardo, sarà questo il obiettivo. La Targa Florio è una gara lunga, che nasconde molte insidie e quella di quest’anno lo è in modo particolare. Molti i tratti in discesa, che metteranno a dura prova la meccanica delle auto in gara. La mia partecipazione quest’anno è stata in dubbio fino all’ultimo – ha aggiunto Di Gesù – e ci tengo particolarmente a ringraziane i miei sponsor, che mi hanno permesso di essere al via. Ringrazio quindi ARD Discount e BLU WiFi, per la loro continua fiducia, e i new entry, la CJR Société Générale SA e Cascino Snc. Ringrazio inoltre il mio partner tecnico Printed srl, che cura la grafica e la comunicazione. Dal mio navigatore Stefano Cimino, che ho conosciuto per l’occasione, so che potrò ottenere consigli importanti, che mi potranno sicuramente far comodo. Adesso non mi resta che entrare in modalità gara – ha concluso il pilota della Passione Motori ASD Giuseppe Di Gesù- e concentrarmi sulle prove, da martedì avremo le ricognizioni autorizzate e daremo il via al divertimento».

«Non avevo in programma questa partecipazione alla Targa Florio – ha commentato Stefano Cimino-, ma a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni, sono stato contattato da Giuseppe Di Gesù, ed ho accettato con piacere. Nei primi passaggi, dovremo riuscire a trovare da subito il giusto feeling in abitacolo. Su queste prove che ho corso in passato e so bene quanto siano insidiose. Sarà una gara molto complessa da portare a termine, le lunghe prove speciali nascondono insidie dietro ogni curva. Puntiamo ad arrivare – ha concluso Cimino – staremo attenti a non sbagliare».

Alla gara parteciperanno anche i termitani Mirici Cappa e Sinatra