Ha preso il via il progetto di alternanza scuola-lavoro denominato “Ponte San Leonardo, dal rilievo alle proposte di riqualificazione organizzato dall’architetto Rosario Ribbene con l’istituto di istruzione secondaria superiore “Stenio” di Termini Imerese.

Il programma del progetto è stato presentato il 15 marzo agli allievi della classe III° sez. T del C.A.T. (Costruzione Ambiente e Territorio) dell’Istituto termitano diretto dalla Prof.ssa Maria Bellavia, alla presenza dei professori Francesco Lo Presti e Giuseppe Zarcone (tutor scolastici referenti del Progetto A.S.L.) del Prof. Mattia Tamburo (docente collaboratore di laboratorio di CAD), del sig. Giuseppe Failla (ass. tecnico di laboratorio), dell’Arch. Rosario Ribbene e dell’Ing. Marco La Vecchia (collaboratore assistente tecnico dello Studio Tecnico RR).

Un’esperienza didattica unica pensato per dare agli allievi del C.A.T. la possibilità di vivere esperienze di apprendimento attive nelle quali sarà possibile imparare “facendo”, comprendendo inoltre l’importanza della riqualificazione di una presenza architettonica di notevole pregio quale è il settecentesco Ponte San Leonardo, ai fini di possibili fruizioni a carattere turistico.

“Il progetto – afferma l’architetto Rosario Ribbene (nella doppia veste di libero professionista con incarico affidatogli dallo Stenio e di presidente dell’Associazione Rodoarte Onlus che gestisce questa magnifica opera d’arte dal 2013) – prevede attività di rilievo architettonico, topografico e con l’uso di tecnologie quali il laser scanner e il drone. Gli allievi avranno la possibilità di utilizzare direttamente gli strumenti e accompagnare i collaboratori del nostro studio tecnico durante le fasi di misurazione del Ponte San Leonardo. Il progetto è, da un lato, una grande occasione di approfondimento della conoscenza di questa magnifica opera che custodisce il nostro territorio e, dall’altro, la messa in campo di tecnologie all’avanguardia come il laser scanner e il drone, messi a nostra disposizione e a quella dei giovani studenti grazie alla sinergia stretta con la C.G.T. s.r.l. di Palermo, un’azienda leader nell’ambito del rilievo e della referenziazione topografica, nella caratterizzazione del territorio e nel monitoraggio geotecnico, topografico e ambientale.

Come Rodoarte Onlus – continua Rosario Ribbene – abbiamo preso a cuore il Ponte San Leonardo trasformandolo in uno dei nostri Presidi di Bellezza, luoghi cioè dove mettiamo in atto tutto ciò che è materialmente possibile fare per tutelare e valorizzare quel bene, e questo progetto ne è un segno tangibile ed una imperdibile occasione”.

Incredibilmente motivanti le parole spese dalla dirigenza per l’occasione rivolte ai ragazzi ansiosi di iniziare questa avventura didattica. “Rintracciare i segni che dal passato arrivano a noi è – ha affermato la professoressa Maria Bellavia (dirigente scolastico Stenio) agli allievi che si stanno accingendo a iniziare questo percorso – non è solo attività metacognitiva per antonomasia, ma è soprattutto un’opportunità per conoscere sé stessi; come se una sapienza antica, sepolta nei nostri DNA maieuticamente si risvegliasse improvvisamente. La conoscenza del nostro patrimonio artistico e dei suoi itinerari è propedeutica alla formazione di un’identità pluriappartenente: cari ragazzi voi siete insieme cittadini europei, italiani siciliani e termitani, orgogliosamente termitani ma con lo sguardo aperto al mondo. Buon lavoro!”.