Neanche il Tar di Palermo accoglie i ricorsi della lista Micari e del presidente della Regione siciliana uscente Rosario Crocetta. La lista dei territori non potrà correre a Messina e così esce di scena anche il governatore. Ieri (12 ottobre) il ricorso era stata respinto dal Tar di Catania e il candidato presidente della Regione Fabrizio Micari puntava molto sul ricorso di Palermo come anche il presidente Crocetta. Ma anche Palermo, adesso, conferma la ricusazione della lista a Messina.

Una scelta che cambia radicalmente gli equilibri fra liste e candidati nel centro sinistra. Probabili nuovi ricorsi davanti al Cga che rappresenta, ormai, l’ultima possibilità per la riammissione della lista nella circoscrizione dello Stretto.

«Sono abituato a rispettare la legge e le sentenze, dura lex sed lex. – ha affermato il presidente Crocetta, dopo la decisione del Tar di Palermo. – La mia candidatura era nell’interesse della coalizione e se qualcuno ha sbagliato se ne assumerà la responsabilità e le conseguenze».

Sempre ieri (12 ottobre) la Commissione elettorale, in altra vicenda, si era pronunciata rigettando il ricorso ella lista Busalacchi che adesso ricorre al Tar.