Articolo sponsorizzato – L’art. 63 della Legge regionale 9/2015 ha introdotto nell’ordinamento della Regione Siciliana l’istituto del Contratto di Ricollocazione (Co.d.R.), rivolto alla fascia d’età compresa tra i 18 ed i 67 anni, rappresenta, secondo lo spirito della normativa, “uno strumento innovativo di politica attiva del lavoro”, per contrastare il fenomeno della disoccupazione.
In Sicilia sono attivi dei centri, pubblici (Centri Pubblici per l’Impiego, Cpi) e privati accreditati (Agenzie per il Lavoro, Apl) che favoriranno l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro.

L’obiettivo delle due strutture (pubbliche e private) che dovranno lavorare in sinergia, a fronte di un rimborso di 15 milioni di euro (in Sicilia), da “investire” su circa 3 mila disoccupati o inoccupati. I “mediatori” invece si contenderanno un bonus che varia dai 4 agli 8 mila euro.
Taluni destinatari di queste risorse, introdotte dal Jobs act, dovranno certificare un reddito Isee inferiore ai 20 mila euro annui e non devono essere destinatari di indennità di disoccupazione.

«Il contratto di ricollocazione supporterà i disoccupati ad entrare nel mercato del lavoro attraverso azioni di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro», ha affermato Mara Geraci, iscritta all’albo dei formatori, in forza presso un’Apl di Nicosia.

Per ogni disoccupato che parteciperà alle azioni di formazione verrà riconosciuta un’indennità di 4 euro l’ora. Il numero di ore complessivo varierà per ciascuno dei disoccupati sempre in base al punteggio assegnato dal Centro per l’impiego, cui i disoccupati/inoccupati si dovranno rivolgere per richiedere la certificazione di “immediata disponibilità al lavoro”. La cosiddetta “did” può essere richiesta on line sul sito www.silavora.it

Secondo il “punteggio” assegnato dal Cpi la formazione varierà tra le 118 e le 236 ore (chi ha un titolo di studio superiore farà meno ore). Varia pure l’indennità, a titolo di rimborso, destinata ai partecipanti alle attività di orientamento e accompagnamento al lavoro: da 472 a 944 euro.

Le domande di ammissione potranno essere presentate fino al 14 ottobre p.v. Per ulteriori informazioni contattare l’agenzia per l’impiego E-LABORANDO al numero di telefono 3471922789 oppure all’indirizzo email info@elaborandosrl.it