I consumatori sono sempre più attenti alle loro spese quotidiane e di gestione. I bilanci famigliari necessitano di particolari attenzioni, tanto quanto quelli aziendali. Le spese assicurative sono una voce molto importante e gli italiani si rivelano interessati alle coperture, ma soprattutto al risparmio. Tra polizze obbligatorie, come quelle di responsabilità civile per i possessori di mezzi di trasporto o professionali per alcune categorie di lavoratori e quelle facoltative, ma pur sempre utili gli italiani spendono cifre considerevoli. In modo particolare l’rc auto è una delle spese più alte se messa in paragone con gli altri Paesi europei.

Il grande dubbio che assale molti italiani al momento della stipula di una nuova polizza o del rinnovo di una esistente è se sia meglio farlo online o offline tramite i canali più tradizionali. Se i dati ci mostrano che quasi la totalità degli italiani si affida al web per individuare le polizze più convenienti è altrettanto vero che la maggior parte sceglie ancora il canale agenzia o broker per la stipula del contratto. Le polizze online certo crescono di anno in anno senza sosta, portando il Paese ad essere uno dei più inclini all’assicurazione online.

La domanda che si fanno più spesso gli italiani in questo contesto è cosa sia meglio fare, se preferire la digitalizzazione o proseguire con i contratti vis à vis.

Quel che è certo è che le compagnie assicurative che operano online o via telefono sono le più convenienti. I costi di gestione ridotti, senza filiali sul territorio e conseguente personale addetto, consentono alle nuove compagnie di applicare premi assicurativi dai prezzi ridotti. Le compagnie assicurative che operano tramite una rete vendita fatta di broker e di filiali di certo non sono in grado di garantire polizze così economiche, visti i costi che devono sostenere per mandare avanti l’attività.

In Italia i premi assicurativi sono piuttosto variegati, con variabili che hanno forte influenza indipendenti dai contraenti come il luogo di residenza o le anagrafiche. Affidarsi ai sistemi gratuiti di comparazione online delle polizze garantisce ai clienti la possibilità di visionare con calma e in modo efficiente i prezzi delle varie compagnie e di scegliere quella migliore per le proprie esigenze senza intermediari, ci sentiamo di consigliarvi https://www.mioassicuratore.it/index.php. La possibilità di effettuare questa tipologia di operazioni online, dal proprio computer o dispositivo mobile, permette la massima flessibilità, senza vincoli di orario e di presenza fisica in un determinato luogo.

Il primo motivo per cui ha senso rivolgersi alle polizze online invece che ai canali tradizionali è la questione prezzo. Il risparmio proposto può arrivare a superare il 60% sul prezzo del premio, una percentuale che si può tradurre in circa 500€ l’anno. Una cifra che nessuna famiglia può permettersi di sottovalutare di questi tempi e che accorcia il divario presente tra i costi dei premi assicurativi tra Nord e Sud del Paese.

Si preferiscono le compagnie online anche per la snellezza delle pratiche, l’assicurazione può essere attivata direttamente e gestita online dal cliente. Non è più necessario recarsi in sede per i pagamenti, le estensioni, gli aggiornamenti o i rinnovi. Tutto si può fare online, con maggiore rapidità e un importante risparmio anche in termini di tempo.

Al contrario di quello che si può pensare le compagnie che operano online garantiscono un ottimo servizio di assistenza tramite chat, e-mail o telefono. Per conquistarsi la fiducia dei clienti le compagnie digitali hanno reso eccellente il loro back office.

Se dobbiamo trovare un vantaggio invece nella stipula delle assicurazioni offline è il rapporto di fiducia che instaura con una persona di riferimento. Per molti italiani la relazione umana quando si tratta di questioni economiche e assicurative è ancora fondamentale. Avere una polizza con una compagnia tradizionale non richiede di saper utilizzare applicazioni mobili e strumenti web, il che per alcune categorie sociali è ancora una difficoltà oggettiva.

In conclusione possiamo affermare con buon grado di certezza che le polizze online sono migliori per gli utenti giovani e digitalizzati che hanno poco tempo libero e necessità di personalizzazione ed efficienza. Per gli assicurati anziani o non digitalizzati resta preferibile la relazione umana con broker di fiducia. Quel che è certo è che nel prossimo futuro tutti questi servizi andranno digitalizzandosi e le agenzie fisiche lentamente spariranno a favore di un sistema informatizzato.