“La bellezza è un aquilone”: è il titolo del libro della giornalista Maria Giambruno che sarà presentato martedì 28 agosto alle 17:30 presso gli spazi di Villa Sgadari, a Petralia Soprana.
L’evento si inserisce nell’ambito del contenitore culturale polivalente “A tinte forti : conversazioni nel Parco” che prevede aperitivi letterari, incontri musicali e laboratori aperti al territorio, iniziative dedicate alla bellezza dell’ecosistema, ai valori e alle tradizioni dei luoghi.

Il ciclo di eventi, con il Parco delle Madonie nel ruolo di Ente promotore, sarà supportato dalle strutture ricettive che abbracciano il progetto culturale facendosi volano per la promozione del territorio, in rete.

Nello specifico, la presentazione del libro, pubblicato da Angelo Mazzotta editore, vede anche la collaborazione dell’associazione culturale Itinerari del Mediterraneo presieduta dall’architetto Antonella Italia che, congiuntamente a Giovanna Gebbia  – responsabile della comunicazione esterna, del marketing e componente del consiglio dell’associazione – condurrà l’incontro, alla presenza dell’autrice.

“La bellezza è un aquilone” è una raccolta di saggi di diversi autori – tra i quali Giambruno, nella doppia veste di curatrice e scrittrice – e rappresenta un contributo al dibattito sul tema della bellezza nella società contemporanea: nelle relazioni, nella crescita civile e sotto il profilo dell’onestà intellettuale e del recupero del senso di responsabilità individuale e nell’opposizione a qualsiasi forma di appiattimento che tenda a strappare le radici in nome del conformismo.

Maria Giambruno, forte di una notevole esperienza maturata sia in qualità di giornalista che di promotrice culturale – è sua l’idea originaria che ha generato la manifestazione editoriale “Una Marina di libri” – affronta dunque, insieme agli interlocutori di pregio che hanno scritto i testi che compongono il libro, il tema della bellezza come valore universale ed espressione di pace e libertà ma soprattutto come una nozione da rivisitare e rivalutare alla luce dei cambiamenti in atto nel contesto storico e sociale presente e soprattutto da trasmettere, nella consapevolezza che, laddove essa viene seminata, gli effetti saranno comunque visibili.

All’evento, al quale aderiscono il Comune e  la Pro Loco di Petralia Soprana, saranno presenti anche gli autori Paolo Inglese agronomo e direttore del Centro Servizi Sistema Museale UNIPA e l’antropologo della mente Alessandro Bertirotti; affidata a  Daniela Li Puma e Matilde La Placa la lettura di alcuni passaggi tratti dal libro, intermezzi musicali a cura di Fausto Terrana.

L’iniziativa, che si concluderà con un aperitivo offerto ai partecipanti, annovera quali partner l’associazione “Le Gemme”, Casavacanze Eleutheria, Casavacanze Verso Est, La locanda di Cadi, i B&B La Casa del Pittore di Petralia, Casa Antica e La Scaletta di Petra.