«L’idea è quella di darci una mano per spostamenti da e verso le Madonie per Palermo o Catania», afferma il promotore dell’iniziativa sul gruppo WhatsApp “Autostop Madonie”.
«Che tu voglia offrire un passaggio o vuoi un passaggio basta indicare la data l’orario partenza e la destinazione», continua Sparacio nella presentazione del gruppo.
“Autostop Madonie” ha superato la soglia di 100 “soci” ed è proiettato a numeri ancora più sorprendenti in quanto l’idea del “viaggio in condivisione” riduce le spese di trasporto, sia del conducente che di chi accetta il passaggio, l’inquinamento ambientale dato dall’emissione di CO2 e permette di  condividere un viaggio o uno spostamento con altre persone a scopo di conoscenza o amicizia.

Nino-Sparacio«Ma è uno squillo continuo», lamenta qualcuno. La risposta di un utente è immediata: ⁠⁠⁠⁠⁠«Mettete il gruppo in modalità silenziosa».
L’era del “pollice alzato” è veramente terminata, dalle e per queste latitudini ci penserà, amichevolmente, “Autostop Madonie”.

Buon viaggio condiviso.

Per essere aggiunti al gruppo cliccate qui, se avete sul dispositivo l’applicazione WhatsApp