Una romena di 28 anni è stata trovata morta nella sua abitazione a Cerda, dove da anni viveva con la figlia ed il marito. La Procura ha disposto l’autopsia per confermare le cause della morte. Da un primo esame autoptico però, sembrerebbe che la giovane rumena sia stata colta da un infarto fulminante che non le ha lasciato scampo.
A dare l’allarme ieri mattina, verso le 10:30, sarebbe stata una vicina di casa che sentiva i lamenti della figlioletta. La donna ha cercato invano di chiamarla, ma lei non rispondeva ed allora essendo sicura che fosse in casa ha contattato il marito. L’uomo, che si trovava a lavorare nei campi, si è precipitato nell’abitazione. Nel frattempo la figlioletta di appena un anno continuava a piangere. Ha sfondato il portone d’ingresso ed ha visto la sua sposa riversa a terra. Accanto a lei, la figlioletta che non smetteva di piangere.

Sul posto sono subito arrivate le ambulanze del 118. I sanitari hanno cercato i soccorrere la giovane effettuando un massaggio cardiaco ma, era già troppo tardi. Il corpo della ventottenne è stato poi portato presso l’Istituto di medicina legale dell’ospedale Civico di Palermo. Nei prossimi giorni, sarà l’autopsia disposta dal pubblico ministero della Procura di Termini Imerese a confermare la morte naturale per infarto cardiaco.