Ultima settimana di ora solare per l’inverno 2016/2017. Nella notte fra sabato 25 e domenica 26 marzo tornerà, infatti, l’ora legale. le lancette dovranno essere portate avanti di un’ora. l’operazione, convenzionalmente, si svolge alle 2 della notte e in quel momento le lancette vanno spostate alle 3.
Perderemo un’ora di sonno e assisteremo alle tradizionali lamentele sui social network, ma guadagneremo un’ora di luce in più.
Con l’arrivo dell’ora legale, di fatto, si apre anche psicologicamente la bella stagione. In realtà da un punto di vista astronomico la primavera entrerà già lunedì. L’equinozio, ovvero il giorno in cui le ore di luce e quelle di buio sono assolutamente identiche, quest’anno cadrà il 20 marzo.

L’ora esatta dell’equinozio di primavera 2017 è le 10,28 di lunedì.
Dal prossimo fine settimana, poi, con l’ora legale, noteremo più facilmente l’allungarsi delle giornate.

L’ora legale è stata reintrodotta in Italia nel 1966, dopo una pausa di vent’anni dal 1920 al 1940. L’obiettivo è quello di risparmiare a livello energetico sull’illuminazione elettrica. In origine, nel 1916, la prima introduzione di questa misura era legata ad una misura d’emergenza di guerra presa durante la prima guerra mondiale.

Dalla sua reintroduzione nel 1966 l’ora legale non è più stata sospesa. L’ultima statistica, che riguarda i risparmi energetici che consentirebbe, riporta di circa 90 milioni di euro di energia elettrica risparmiata per ogni ciclo di applicazione dell’ora legale.

Il ritorno all’ora solare avverrà nella notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre 2017 alle ore 03:00, anche in questo caso seguendo la procedura standard bisognerà riportare le lancette indietro di un’ora recuperando l’ora di sonno ‘”rubata” a marzo.