Ripulita la discarica abusiva che si trova a dieci metri dall’ingresso del Villaggio Himera di Termini Imerese, oggi bene confiscato alla mafia. Nei giorni scorsi, a seguito della segnalazione di un cittadino, l’assessore all’Ambiente del comune di Termini Imerese, Nino Dispensa, ha segnalato la problematica all’ufficio compente che ha tempestivamente ripulito l’area.  

«Siamo per una politica del fare e non della chiacchiera – ha affermato l’assessore Dispensa -. Ringrazio il responsabile del terzo settore ed anche il coordinatore del servizio Igiene ambientale, Carmelo Pusateri, per la tempestività e la prontezza nel superare la situazione di emergenza. Tolleranza zero per chi conferirà i rifiuti fuori orario e senza seguire le modalità indicate. Pugno duro per i trasgressori e multe salate per chi non conferirà i rifiuti negli orari (tutti i giorni dalle ore 18 tranne il sabato) e nei luoghi previsti».
nino dispensa

«Si è trattato di una vera e propria discarica abusiva – ha precisato l’assessore Dispensa –. I cassonetti gestiti dal Comune sono regolarmente posizionati sotto il ponte e vengono svuotati normalmente. Nella zona in questione non ci sono cassonetti perché non c’è la possibilità di accedervi con i mezzi, in quanto i lavori ferroviari hanno reso impossibile l’accesso a mezzi più grandi. Si tratta, dunque, di una discarica abusiva e non in territorio comunale, ma privato».

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Giunta ha fatto sapere che i rifiuti ingombranti (materassi, mobili, divani, elettrodomestici, eccetera) potranno essere conferiti direttamente nell’isola ecologica di Termini bassa, nei pressi del campo sportivo “Crisone”.  Nei prossimi giorni sarà istituito e comunicato alla cittadinanza un numero dove poter richiedere il ritiro degli ingombranti al domicilio.