Una celebre frase di Elio Vittorini afferma “La cultura non è professione per pochi: è una condizione per tutti, che completa l’esistenza dell’uomo”.
Ebbene, ad Alimena, piccolo paese alle porte del parco delle Madonie, tale riflessione sulla cultura sembra aver ispirato la creazione di un “Centro Studi”.               Si tratta di un centro di promozione culturale, sociale e politica creato e voluto fortemente da Salvatore Scelfo, responsabile del dipartimento della legalità presso la Filca Cisl a Roma e da anni ormai impegnato nella divulgazione di tematiche inerenti tale ambito.

Il Centro Studi, con sede presso la neo intitolata piazza Falcone e Borsellino, è una realtà nuova, dinamica e moderna nello scenario madonita; nasce con l’obiettivo di promuovere eventi culturali e sociali, nonché di valorizzare quelle che sono le tanto care e amate tradizioni che contraddistinguono Alimena e il territorio madonita.

Si propone altresì di valorizzare i cosiddetti luoghi da non perdere affinché il territorio, oggettivamente colpito da uno spopolamento crescente e da una sfiducia generale, possa ritrovare la sua forza proprio negli emblemi che lo caratterizzano: le tradizioni.

Salvatore Scelfo

Salvatore Scelfo

È un centro poliedrico, fruibile da tutti e in cui potersi incontrare e discutere di tematiche varie, attualità e altro, proprio per ribadire quanto la cultura e gli studi, nel senso profondo del termine latino “studium” cioè zelo, impegno, siano fondamentali per la crescita della società e di un intero territorio.
Numerosi i giovani che si sono affiancati al centro e che ne hanno apprezzato con entusiasmo le potenzialità e le prospettive.

Dunque la creazione di un centro con le suddette caratteristiche rappresenta un motore trainante per una fioritura culturale fondata sul dibattito e sul confronto, che deve rappresentare un marchio di fabbrica di un territorio con una propria identità e dalle grandi potenzialità.

Con la denominazione scelta, “centro studi”, si intende evidenziare la volontà di offrire informazioni diverse e di consentire ad ogni cittadino, quale parte integrante della società, di essere sempre più partecipe e coinvolto nelle attività sociali e, perché no, di interessarsi alla cosa pubblica.

Nell’ambito della programmazione di una serie di attività, saranno organizzati eventi e incontri tematici.
Pertanto proprio da Alimena, antico borgo al centro della Sicilia, con il “Centro Studi” viene così lanciato un messaggio forte e ambizioso, quello secondo cui la Cultura, intesa come un sistema di saperi, opinioni, costumi e comportamenti che caratterizzano un gruppo umano particolare, deve essere il substrato per una rivoluzione socio-politica.

Domenico Scelfo